Cura delle unghie dei bambini

La cura delle unghie, dopo il bagno o la doccia è fondamentale. Ecco come tagliare le unghie ai bambini 

Le unghie sono presenti fin dalla nascita e continuano a crescere giorno per giorno e per tutta la vita. La velocità con cui crescono varia a seconda dell'età. Le unghie crescono più rapidamente nei lattanti e più lentamente con il progredire dell'età. Inoltre, nei neonati e nei bambini più piccoli le unghie si presentano più morbide. Con il tempo la loro struttura si rinforza.
La cura delle unghie è di fondamentale importanza fin dai primi mesi di vita. I lattanti, infatti, si muovono molto e potrebbero graffiarsi, quindi è importante tagliare le unghie dal compimento del primo mese di vita in poi.

Il momento migliore per la cura e il taglio delle unghie è immediatamente dopo il bagno o la doccia. Tuttavia, se non fosse possibile, meglio immergere le unghie in acqua tiepida per alcuni minuti per ammorbidirle.
Per il taglio delle unghie del bambino e del lattante si consiglia, per sicurezza, di utilizzare forbicine dalla punta arrotondata.

Per le unghie delle mani, effettuare il taglio seguendo la curvatura del polpastrello. Invece, per le unghie dei piedi va effettuato un taglio più lineare, facendo attenzione a mantenere gli angoli ai lati delle unghie. Le unghie dei piedi dei bambini non devono mai essere tagliate troppo corte.
È importante, sia per le unghie dei piedi sia per quelle delle mani, fare attenzione a non approfondire troppo il taglio. Questa accortezza serve a prevenire il rischio di unghia incarnita, quindi che l'unghia, crescendo, possa penetrare nella pelle intorno al dito.  L'unghia incarnita può provocare dolore e fastidio e può, in alcuni casi, infettarsi.

Figura 1. Come tagliare le unghie dei piedi

Dopo il taglio, l'unghia potrebbe non essere completamente arrotondata e potrebbe essere rimasto qualche angolino appuntito. In questi casi, il lattante o il bambino potrebbe graffiarsi o graffiare involontariamente. Inoltre l'unghia potrebbe impigliarsi negli indumenti o in altri materiali con cui viene a contatto.
Nei bambini più grandicelli, le unghie, se non ben arrotondate, possono dare una sensazione personale di fastidio e invogliare il piccolo a mangiarsi le unghie

I bordi non lisci e appuntiti possono essere arrotondati con una lima per unghie. Per limare le unghie di bambini e lattanti, sono utili le lime di cartone che sono arrotondate e più morbide di quelle in metallo. Inoltre, sono facilmente sostituibili, in quanto usa e getta.
In alcuni bambini, specie con il freddo o l'aria molto secca, si può osservare l'indurimento e il sollevamento delle cuticole (le pellicine alla base dell'unghia). In questi casi, è utile l'uso di creme idratanti per le mani.

Nei lattanti e nei bambini più piccoli, il taglio delle unghie richiede un'attenzione particolare.
Per evitare che il bambino possa ferirsi con le forbicine nel caso in cui faccia dei movimenti improvvisi è utile:

  • Provare a tagliare le unghie mentre il bambino è addormentato o particolarmente tranquillo;
  • Tenere ben salda la mano o il piedino interessato.

Figura 2. Come tenere la mano del bambino

Almeno una volta al mese si suggerisce di pulire con acqua calda e sapone le forbicine o il tagliaunghie e infine di disinfettarli.

Va fatta anche attenzione ad asciugare completamente le forbicine o il tagliaunghie prima di conservarli. 
Si consiglia di far mangiare al bambino cibi che contengono molte proteine e vitamina B7 come carne, pesce, latte, noci, mandorle e uova. Questi alimenti aiutano a mantenere le unghie sane e forti.
In genere, è preferibile che un adulto si occupi del taglio e della cura delle unghie del bambino fino all'età di circa 9 o 10 anni. A quell'età, si può già insegnare ai bambini a tagliarsi le unghie da soli, se si sentono a proprio agio nel farlo.

Le unghie riflettono la salute generale del bambino. Se si nota un cambiamento nel colore, nella consistenza o nella forma dell'unghia, si raccomanda di consultare il dermatologo.
È bene osservare se le unghie dei piedi sono piegate, contuse o incarnite perché potrebbero suggerire che le scarpe sono troppo corte o strette in punta.

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere i consigli degli specialisti del Bambino Gesù.


  • A cura di: Antonio Garofalo, Claudia Carlin
    Struttura Sviluppo Professioni Sanitarie, Formazione continua e Ricerca
    Illustrazioni a cura di: Claudia Carlin
  • in collaborazione con:

Ultimo Aggiornamento: 07 gennaio 2021


 
 

COME POSSIAMO AIUTARTI?

 

CENTRALINO

  (+39) 06 6859 1

PRENOTAZIONI (CUP)

 (+39) 06 6818 1
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
Sabato, 8.00 - 12.45

PRENOTAZIONI ONLINE


URP

Informazioni, segnalazioni e reclami  (+39) 06 6859 4888
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
  urp@opbg.net


UFFICIO STAMPA

 (+39) 06 6859 2612   ufficiostampa@opbg.net

REDAZIONE ONLINE

  redazione@opbg.net

DONAZIONI

  (+39) 06 6859 2946   info.fond@opbg.net

LAVORA CON NOI

  risorseumane@opbg.net