Furosemide

Furosemide DOC Generici, Furosemide L.F.M., Furosemide Mylan Generics, Furosemide Teva Generics, Lasix.

La Furosemide è un farmaco diuretico indicato nel trattamento di tutti gli edemi di origine cardiaca, edemi periferici ed edemi di origine renale; ascite (accumulo di liquidi nell'addome) causata da cirrosi epatica, ostruzione meccanica o insufficienza cardiaca.
È infine indicato anche nel trattamento dell'ipertensione di grado leggero o medio.

La Furosemide migliora lo stato degli edemi e abbassa la pressione sanguigna mediante un aumento della diuresi, vale a dire della quantità di urine eliminate nel corso della giornata.

- Compresse da 25 mg;
- Soluzione orale da 10 mg/ml.

Spetta al medico stabilire di quanto farmaco ha bisogno il bambino e per quante volte al giorno. Per far sì che il medicinale abbia l'effetto voluto, è importantissimo seguire scrupolosamente la prescrizione del medico.

È consigliabile somministrare la medicina tutti i giorni alle stesse ore per ricordarsene più facilmente e non dimenticare una dose.

Compresse
Le compresse di Furosemide devono essere somministrate al bambino per via orale. La somministrazione delle compresse deve essere effettuata a stomaco vuoto poiché il cibo può interferire con l'assorbimento del farmaco.
Le compresse di Furosemide contengono lattosio che è controindicato in bambini intolleranti, oppure quando sono presenti rari problemi ereditari di intolleranza al galattosio o da malassorbimento di glucosio-galattosio.

Soluzione orale
La soluzione orale di Furosemide deve essere assunta a stomaco vuoto.
Bisogna porre attenzione agli eccipienti di questa preparazione. Questo medicinale contiene sorbitolo: i pazienti affetti da rari problemi ereditari di intolleranza al fruttosio, non devono assumere questo medicinale. La soluzione orale di Furosemide ha un tenore alcolico pari a 11,9 vol.%, pertanto, il suo uso dovrà essere valutato attentamente nei bambini affetti da epatopatie, epilettici, cerebrolesi.
Per chi svolge attività sportiva, l'uso del farmaco senza necessità terapeutica costituisce doping e può determinare positività ai test antidoping.
Non somministrare Furosemide in compresse o in sospensione orale se il bambino è allergico al principio attivo o ad uno dei suoi eccipienti.

Il farmaco Furosemide inizia a fare effetto all'incirca entro 30 o 60 minuti dalla somministrazione, ma affinché si possa notare un miglioramento dei sintomi bisogna attendere alcuni giorni di terapia.

Fra i possibili effetti collaterali più comuni della Furosemide sono inclusi:

- Squilibrio elettrolitico (gli elettroliti sono i sali minerali che assumiamo), disidratazione e ipovolemia;
- Encefalopatia epatica (alterazione dello stato di coscienza causato da insufficienza del fegato);
- Poliuria, cioè aumento, transitorio o permanente, della quantità di urina emessa;
- Creatinina ematica aumentata e trigliceridi ematici aumentati;
- Emoconcentrazione: aumento della produzione e quindi della concentrazione dei globuli rossi nel sangue.

Per un dosaggio eccessivo di Furosemide si possono verificare perdita idroelettrolitica, ipovolemia (diminuzione di volume del sangue che si verifica ad esempio durante lo shock), disidratazione, emoconcentrazione, aritmie cardiache. I sintomi di questi disturbi sono costituiti da ipotensione grave, insufficienza renale acuta, trombosi, stati di delirio, paralisi flaccida, apatia e stato confusionale.

È sempre bene riferire al medico se il bambino sta assumendo altri farmaci per evitare interazioni con potenziali effetti indesiderati o perdita di efficacia del farmaco.
L'assunzione contemporanea con farmaci antibiotici come Gentamicina, Ciprofloxacina, Levofloxacina, Vancomicina, o altri farmaci nefrotossici possono aumentare il danno renale e l'ototossicità (fino a sordità per periodi particolarmente lunghi).
La concomitante somministrazione di antinfiammatori non steroidei, incluso l'acido acetilsalicilico, può ridurre l'effetto della Furosemide. Nei pazienti con disidratazione o con ipovolemia gli antinfiammatori non steroidei possono indurre insufficienza renale acuta.
La somministrazione di corticosteroidi, Carbenoxolone e dosi elevate di liquirizia, nonché l'uso prolungato di lassativi può aumentare il rischio di ipopotassiemia (abbassamento della concentrazione di potassio nel sangue).
Si consiglia di leggere attentamente il foglietto illustrativo nella sezione dove sono riportate tutte le interazioni con altri medicinali.

Se ci si dimentica di somministrare una dose al bambino, provvedere al più presto a somministrare la dose dimenticata; tuttavia, se è ormai prossima l'ora della dose successiva, non somministrare la dose dimenticata e proseguire seguendo lo schema indicato dal medico.
Non somministrare mai una doppia dose di Furosemide.
Non si deve mai interrompere improvvisamente la somministrazione del farmaco al bambino.

Se il bambino vomita entro 30 minuti dopo aver assunto una dose di Furosemide è opportuno somministrare nuovamente la stessa dose.
Se, invece, il bambino vomita dopo più di 30 minuti dall'assunzione della dose di Furosemide non è necessario somministrare un'altra volta la stessa dose; attendere fino all'orario della dose successiva.

In mancanza di sufficienti informazioni, l'uso di Furosemide durante l'allattamento al seno non è raccomandato.
Spetta al medico stabilire se il trattamento con Furosemide è necessario. Se la Furosemide viene assunta durante l'allattamento, bisogna effettuare un attento monitoraggio del farmaco.

Sebbene l'impiego di Furosemide porti solo raramente a ipopotassiemia, si raccomanda una dieta ricca di potassio (patate, banane, arance, pomodori, spinaci e frutta secca).
La Furosemide modifica la pressione sanguigna solo nel bambino ipoteso (non nel bambino con pressione sanguigna nella norma).
Per chi svolge attività sportiva, l'uso del farmaco senza necessità terapeutica costituisce doping e può determinare positività ai test antidoping.

È opportuno conservare le compresse o la soluzione orale di Furosemide in un luogo fresco, asciutto e al riparo dalla luce. Non conservare a temperatura superiore ai 30°C. Non utilizzare il farmaco oltre la data di scadenza riportata. Tenere in un luogo non accessibile ai bambini. Conservare il farmaco nella confezione originale assieme al foglio illustrativo.

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere i consigli degli specialisti del Bambino Gesù.


  • A cura di: Tiziana Corsetti, Antonella Mongelli, Leonardo Vallesi
    Unità Operativa di Farmacia
  • in collaborazione con:

Ultimo Aggiornamento: 14 ottobre 2020


 
 

COME POSSIAMO AIUTARTI?

 

CENTRALINO

  (+39) 06 6859 1

PRENOTAZIONI (CUP)

 (+39) 06 6818 1
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
Sabato, 8.00 - 12.45

PRENOTAZIONI ONLINE


URP

Informazioni, segnalazioni e reclami  (+39) 06 6859 4888
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
  urp@opbg.net


UFFICIO STAMPA

 (+39) 06 6859 2612   ufficiostampa@opbg.net

REDAZIONE ONLINE

  redazione@opbg.net

DONAZIONI

  (+39) 06 6859 2946   info.fond@opbg.net

LAVORA CON NOI

  risorseumane@opbg.net