Pronazione dolorosa o gomito della balia

È una lussazione del gomito che può essere provocata da un improvviso 'strattone' dell'avambraccio o da un trauma 

La pronazione dolorosa o gomito della balia è un evento frequente nei bambini al di sotto dei 5 anni. È una lussazione del gomito. Interessa l'estremità del radio, una delle due ossa lunghe dell'avambraccio, che scivola sotto al legamento che lo tiene in posizione nell'articolazione del gomito, legato all'estremità dell'ulna, l'altro osso lungo dell'avambraccio. Si chiama pronazione dolorosa perché il bambino ha dolore nell'eseguire il movimento di intra-extra rotazione dell'avambraccio (prono-supinazione). 

È causata da un improvviso 'strattone' dell'avambraccio nel tentativo di tirare il bambino o di afferrarlo dal polso quando fa il "vola-vola". Si verifica ad esempio quando il bambino, che cammina di fianco al genitore, tenuto per mano, scivola o si volta all'indietro. Istintivamente il genitore lo strattona provocando la pronazione dolorosa. Altra situazione tipica si verifica quando il genitore strattona il bambino per evitare che cada o che finisca dal marciapiede su una strada trafficata. A volte una pronazione dolorosa si verifica anche in seguito a un trauma

I bambini hanno dolore immediato dopodiché non usano più il braccio in modo attivo, l'avambraccio rimane sul fianco, ruotato verso l'interno. 

La diagnosi si pone in base agli eventi, "strattone" o trauma, e in base al comportamento del bambino. Il dolore e il braccio immobile, ruotato verso l'interno, lasciano in genere pochi dubbi al medico del Pronto Soccorso. Non è necessaria la radiografia per fare diagnosi di pronazione dolorosa, se non per escludere fratture ossee in caso di trauma.

È importante che il genitore o chi sta accudendo il bambino lasci il braccio coinvolto vicino al corpo del bambino poiché il movimento del gomito provoca dolore. È altrettanto importante che non tenti di eseguire nessuna manovra.

Il bambino va subito portato al Pronto Soccorso più vicino oppure dal pediatra. La dislocazione del radio viene ridotta con una manipolazione effettuata dal medico del Pronto Soccorso, dall'ortopedico o dal pediatra. Questa procedura è molto rapida, anche se provoca dolore per alcuni secondi. Sostanzialmente immediata la ripresa della funzionalità dell'arto e la scomparsa del dolore con il trattamento. Quando si tratta di una pronazione dolorosa con ricadute o prolungata, può richiedere alcuni minuti o una terapia analgesica.

Un bambino che ha sofferto di pronazione dolorosa può soffrirne di nuovo con maggior facilità. La relativa facilità di andare incontro a pronazione dolorosa scompare in genere entro l'età di 5 anni. Non causa danni permanenti e può ripresentarsi  nei bambini che hanno una lassità legamentosa più accentuata.

È possibile prevenire la pronazione dolorosa assicurandosi di non sollevare il bambino per il braccio o dai polsi. È importante insegnare a chi si occupa del bambino (nonni, babysitter) a fare lo stesso. 


Iscriviti alla newsletter per ricevere i consigli degli specialisti del Bambino Gesù.


  • A cura di: Sebastian Cristaldi
    Unità Operativa di Pediatria dell'Emergenza
  • in collaborazione con:

Ultimo Aggiornamento: 12 gennaio 2021


 
 

COME POSSIAMO AIUTARTI?

 

CENTRALINO

  (+39) 06 6859 1

PRENOTAZIONI (CUP)

 (+39) 06 6818 1
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
Sabato, 8.00 - 12.45

PRENOTAZIONI ONLINE


URP

Informazioni, segnalazioni e reclami  (+39) 06 6859 4888
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
  urp@opbg.net


UFFICIO STAMPA

 (+39) 06 6859 2612   ufficiostampa@opbg.net

REDAZIONE ONLINE

  redazione@opbg.net

DONAZIONI

  (+39) 06 6859 2946   info.fond@opbg.net

LAVORA CON NOI

  risorseumane@opbg.net