Nuovo Coronavirus: come pulire e disinfettare la casa durante l'epidemia da COVID-19

In epoca COVID-19 è bene sanificare gli ambienti di casa almeno ogni 2-3 giorni. Le superfici vanno prima pulite e poi disinfettate 

La diffusione della pandemia preoccupa noi genitori che spesso ci chiediamo se la nostra casa è sicura dalla possibilità di una contaminazione da agenti infettivi.
Questa preoccupazione – valida sempre – è oggi più che mai attuale per la circolazione del virus SARS-CoV-2.
Per mantenere la casa protetta dal virus COVID-19 sono sufficienti semplici precauzioni che non differiscono molto dalle normali norme igieniche valide in tutti i tempi.


Quali sono?
Rientrando a casa è importante lavarsi le mani bene e a fondo (lavaggio con acqua e sapone per 40-60 secondi, avendo cura di strofinarle bene e in ogni parte: spazi fra le dita, dorso e palmo, unghie, senza dimenticare il polso). Se ci sono bambini piccoli che giocano in terra è anche consigliato cambiarsi le scarpe al rientro.

Tuttavia è importante in ogni caso "sanificare" gli ambienti almeno ogni 2-3 giorni. Per sanificazione si intende l'attuazione di due operazioni:

  • Prima la pulizia di tutte le superfici con panno umido, per togliere sporco e polvere;
  • Poi la loro disinfezione con agenti che uccidono i microbi e il risciacquo.

La disinfezione non è indispensabile quotidianamente, a meno che un convivente sia positivo al Coronavirus o che molte persone entrino ed escano dalla casa.
Le indicazioni dell'OMS suggeriscono l'uso di prodotti normalmente utilizzati nella pulizia e disinfezione anche in epoca pre-COVID, come la comune candeggina allo 0,1% o l'alcol alla concentrazione del 70%. La candeggina è di solito commercializzata al 5% di cloro attivo, va quindi diluita abbondantemente con acqua: 50 ml di candeggina (5 cucchiai) in 2,5 litri di acqua (oppure 100 ml – poco meno di mezzo bicchiere – in 5 litri di acqua).


Ma per i servizi igienici (gabinetto, doccia, lavandini) la percentuale di cloro attivo che si può utilizzare è più alta e sale allo 0,5%. Se si utilizza quindi la comune candeggina o varechina al 5%, per ottenere la giusta percentuale dello 0,5% di cloro attivo bisogna diluire 100 ml – poco meno di mezzo bicchiere – in poco meno di un litro di acqua (900 ml).
Pulire e arieggiare la casa è una pratica igienica sempre importante e lo è ancor di più in questo periodo di emergenza sanitaria.


In ogni caso e importante ricordare che:

  • Le pulizie vanno fatte con i guanti;
  • È necessario arieggiare gli ambienti sia durante che dopo l'uso dei prodotti per la pulizia, soprattutto quando si utilizzano disinfettanti e detergenti che portano sull'etichetta simboli di pericolo;
  • Occorre accertarsi che tutti i prodotti di pulizia siano sempre tenuti e conservati in un luogo sicuro, fuori dalla portata dei bambini.

Sfoglia online lo speciale di 'A scuola di salute' dedicato al Nuovo Coronavirus:

 

ATTENZIONE
Se tu o i tuoi conviventi avete sintomi del COVID-19, resta in casa e chiama subito il tuo pediatra di libera scelta o il tuo medico di medicina generale. Altrimenti, chiama uno dei numeri di emergenza regionali indicati sul sito del Ministero della Salute.

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere i consigli degli specialisti del Bambino Gesù.


  • A cura di: Guido Castelli Gattinara*, Caterina Rizzo**
    *Istituto Bambino Gesù per la Salute del Bambino e dell'Adolescente
    **Area Funzionale di Percorsi Clinici ed Epidemiologia
  • in collaborazione con:

Ultimo Aggiornamento: 26 marzo 2021


 
 

COME POSSIAMO AIUTARTI?

 

CENTRALINO

  (+39) 06 6859 1

PRENOTAZIONI (CUP)

 (+39) 06 6818 1
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
Sabato, 8.00 - 12.45

PRENOTAZIONI ONLINE


URP

Informazioni, segnalazioni e reclami  (+39) 06 6859 4888
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
  urp@opbg.net


UFFICIO STAMPA

 (+39) 06 6859 2612   ufficiostampa@opbg.net

REDAZIONE ONLINE

  redazione@opbg.net

DONAZIONI

  (+39) 06 6859 2946   info.fond@opbg.net

LAVORA CON NOI

  risorseumane@opbg.net