Nuovo Coronavirus: come si trasmette il virus

Il nuovo Coronavirus SARS-CoV-2 si trasmette in modo molto simile all'influenza e ad altri virus respiratori 

I Coronavirus sono virus che circolano normalmente negli animali e nell'uomo. Nell'uomo sono i primi responsabili del comune raffreddore. In alcuni casi i Coronavirus possono passare dagli animali all'uomo.

Questo nuovo Coronavirus (SARS-CoV-2) è il terzo Coronavirus a fare il salto di specie dall'animale all'uomo negli ultimi 20 anni, dopo il Coronavirus che provoca la Sindrome Respiratoria Acuta (SARS), verificatasi in Cina nel 2003, e il Coronavirus che causa la Sindrome Respiratoria Mediorientale (MERS), emersa in Medio Oriente (Giordania e Arabia Saudita) nel 2012. Il SARS-CoV-2 causa invece la malattia COVID-19 (sigla decisa dall'Organizzazione Mondiale della Sanità in cui "CO" sta per "corona", "VI" per virus e "D" per "disease", che vuol dire "malattia" in inglese).

Il nuovo Coronavirus è un virus respiratorio che si diffonde principalmente da persona a persona attraverso il contatto stretto con una persona malata.
La via principale è quella diretta dove il virus si trasmette attraverso le goccioline respiratorie che vengono prodotte quando una persona infetta tossisce, parla o starnutisce.

Tuttavia è possibile che il virus rimanga sulle superfici alcune ore, anche se è ancora in fase di studio e quindi, toccando con le mani superfici potenzialmente infette potremmo acquisire l'infezione. È pertanto fondamentale lavarsi sempre le mani prima di toccare bocca, naso o occhi.

La principale via di trasmissione del virus, secondo l'OMS, in base ai dati attuali disponibili, avviene attraverso il contatto stretto con persone sintomatiche. Tuttavia, è possibile che persone nelle fasi iniziali dell'infezione, e quindi asintomatiche o paucisintomatiche, possano trasmettere il virus.

Il nuovo Coronavirus è un virus che non aveva mai circolato prima.
Questo significa che tutta la popolazione era suscettibile alla malattia ed è molto facile prendere il virus se lo incontriamo e non siamo vaccinati.
Ogni persona malata può trasmettere il virus da 2-3 a 12-15 persone, a seconda della variante, se la distanza fra di loro è meno di un metro. L'infezione può, quindi, propagarsi molto velocemente in tutta la popolazione causando molti casi tutti insieme in poche settimane.

È per questo che l'unica arma disponibile per rallentare la diffusione è vaccinarsi e fare in modo che le persone mettano in atto delle misure adeguate quando si incontrano (misure di distanziamento sociale) per evitare il contagio.

Il nuovo Coronavirus SARS-CoV-2 non si trasmette attraverso gli alimenti, pertanto non è necessario evitare degli alimenti o modificare le proprie abitudini alimentari.

La situazione è in rapida evoluzione e le informazioni vengono aggiornate giorno per giorno dall'Organizzazione Mondiale della Sanità e dal Ministero della Salute.

Sfoglia online lo speciale di 'A scuola di salute' dedicato al Nuovo Coronavirus:

Sfoglia online il Percorso di Cura e Salute sul Nuovo Coronavirus:

 

ATTENZIONE
Se tu o i tuoi conviventi avete sintomi del COVID-19, resta in casa e chiama subito il tuo pediatra di libera scelta o il tuo medico di medicina generale. Altrimenti, chiama uno dei numeri di emergenza regionali indicati sul sito del Ministero della Salute.

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere i consigli degli specialisti del Bambino Gesù.


  • A cura di: Caterina Rizzo
    Area Funzionale di Percorsi Clinici ed Epidemiologia
  • in collaborazione con:

Ultimo Aggiornamento: 19  Maggio 2022 


 
 

COME POSSIAMO AIUTARTI?

 

CENTRALINO

  (+39) 06 6859 1

PRENOTAZIONI (CUP)

 (+39) 06 6818 1
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
Sabato, 8.00 - 12.45

PRENOTAZIONI ONLINE


URP

Informazioni, segnalazioni e reclami  (+39) 06 6859 4888
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
  urp@opbg.net


UFFICIO STAMPA

 (+39) 06 6859 2612   ufficiostampa@opbg.net

REDAZIONE ONLINE

  redazione@opbg.net

DONAZIONI

  (+39) 06 6859 2946   info.fond@opbg.net

LAVORA CON NOI

  risorseumane@opbg.net