Yoga in età infantile

Questa disciplina aiuta a sviluppare flessibilità, equilibrio, forza e ad acquisire una corretta dinamica respiratoria 

In Italia combattiamo giornalmente con il sovrappeso e l'obesità infantile e una delle cause principali è rappresentata dalla sedentarietà. I nostri bambini sono sempre più sedentari e mostrano scarsa attitudine al movimento.
Lo yoga è una delle molte discipline che sfrutta l'interazione di corpo, mente e comportamento per migliorare lo stato psico-fisico e promuovere un corretto stile di vita.

È un'antica pratica meditativa originaria dell'India. La definizione contemporanea indica una disciplina che integra movimento fisico con la respirazione. I tre componenti fondamentali sono infatti rappresentati da: postura, controllo del respiro e rilassamento che si integrano tra loro a formare differenti stili di yoga.

Nell'ultima decade questa disciplina ha assunto un importante ruolo a livello scientifico sia nell'ambito della ricerca che clinico. È stato dimostrato il ruolo positivo della pratica dello yoga sulla gestione della rabbia, della depressione, dello stress, dell'accettazione del proprio corpo e dell'ansia non solo nell'adulto ma anche in ambito pediatrico.

Sempre più frequentemente anche i piccoli pazienti in corso di ricovero beneficiano quotidianamente della pratica dello yoga come forma di esercizio fisico e di controllo dello stress. Oltretutto molti studi scientifici hanno confermato la sicurezza di tale disciplina con un tasso di infortuni estremamente basso soprattutto tra i giovani.

Grazie allo yoga si sviluppano la flessibilità, l'equilibrio, la forza e si acquisisce una corretta dinamica respiratoria. È una disciplina che si pratica in piccoli gruppi con un insegnante che guida la seduta, ma è possibile praticarlo anche in casa.

Per la pratica basta solo un tappetino (o perché no, i tappeti già presenti nella stanza dei nostri bambini), dei vestiti comodi, una stanza areata e un device elettronico che permetta di accedere a lezioni on-line. In alternativa molti esercizi sono descritti dettagliatamente e corredati da fotografie e possono essere stampati.

Le sedute iniziano solitamente con una fase di rilassamento e di respirazione controllata che servono ad abbassare le tensioni e ad aumentare l’auto percezione del proprio corpo.

Si continua poi con una serie di “Asana” ossia di posizioni da mantenere che hanno spesso dei nomi che fanno riferimento ad animali e che catturano facilmente l’attenzione dei bambini.

Solo per darvi un piccolo assaggio di questo mondo, proponiamo alcune posizioni classiche da provare insieme con i bambini.

POSIZIONE DELL'ALBERO

Yoga in età infantile

POSIZIONE DEL GUERRIERO

Yoga in età infantile

POSIZIONE DEL CAMMELLO

Yoga in età infantile

POSIZIONE DEL COBRA

Yoga in età infantile

Ogni posizione deve essere raggiunta lentamente, coordinando la respirazione con i movimenti, e mantenuta per alcuni secondi.
Dopo una sequenza di Asana, la seduta si conclude con una nuova fase di rilassamento e di introspezione volta soprattutto a percepire le differenze rispetto alla fase iniziale.

Spesso le sedute di yoga sono accompagnate dal suono di particolari strumenti, come la campana tibetana o dalla riproduzione di suoni naturali come l’acqua che scorre, che contribuiscono a mantenere lo stato di benessere durante le diverse fasi della seduta.

Queste caratteristiche fanno dello yoga una disciplina applicabile ed estremamente utile sia per i bambini sani che per i bambini con malattie. Basti pensare a tutti i bambini asmatici che potrebbero giovare di un miglioramento nella dinamica respiratoria e ai bambini con malattie croniche, ai quali viene troppo spesso preclusa ogni tipo di attività fisica.

Possiamo quindi concludere che i benefici dello yoga vanno ben al di là della semplice gestione del respiro e della postura e possono aiutarci a contrastare la sedentarietà che caratterizza la vita sia dei bambini sani che di quelli affetti da patologie croniche.

Speriamo di avervi fornito uno spunto utile per i vostri bambini che possa arricchire il loro bagaglio non solo motorio ma anche culturale.

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere i consigli degli specialisti del Bambino Gesù.


  • A cura di: Giulia Cafiero, Eliana Tranchita
    Unità Operativa di Medicina dello Sport
  • in collaborazione con:

Ultimo Aggiornamento: 27 ottobre 2022


 
 

COME POSSIAMO AIUTARTI?

 

CENTRALINO

  (+39) 06 6859 1

PRENOTAZIONI (CUP)

 (+39) 06 6818 1
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
Sabato, 8.00 - 12.45

PRENOTAZIONI ONLINE


URP

Informazioni, segnalazioni e reclami  (+39) 06 6859 4888
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
  urp@opbg.net


UFFICIO STAMPA

 (+39) 06 6859 2612   ufficiostampa@opbg.net

REDAZIONE ONLINE

  redazione@opbg.net

DONAZIONI

  (+39) 06 6859 2946   info.fond@opbg.net

LAVORA CON NOI

  lavoraconnoi@opbg.net