Reflusso vescico-ureterale (RVU)

È caratterizzato dal flusso retrogrado delle urine dalla vescica, lungo l'uretere, al rene. È un fenomeno congenito e piuttosto comune 

  • È un disturbo caratterizzato dal flusso contrario al normale delle urine, che tornano indietro dalla vescica, lungo l'uretere, fino al rene
  • Può causare infezioni urinarie ricorrenti, con il rischio di formazione di cicatrici renali nei casi gravi
  • Si sospetta un reflusso vescico-uretrale di fronte a una dilatazione delle vie urinarie durante un’ecografia prenatale, o in caso di infezioni urinarie con febbre ricorrenti
  • Per la diagnosi si possono effettuare la cistouretrografia minzionale oppure la cistosonografia, meno invasiva, che non utilizza radiazioni ma solo mezzo di contrasto
  • Per curare il reflusso vescico-uretrale si può ricorrere alla terapia antibiotica o all’intervento chirurgico
  • Alla comparsa delle infezioni urinarie si consiglia una terapia farmacologica

Il reflusso vescico-ureterale (RVU) è caratterizzato dal flusso contrario al normale delle urine, che tornano indietro dalla vescica, lungo l'uretere, fino al rene. Questo disturbo è spesso congenito e piuttosto comune, riscontrandosi in circa l'1% di tutti i bambini.
Il reflusso vescico-ureterale può causare infezioni urinarie ricorrenti con il rischio di formazione di cicatrici renali nei casi gravi.

Ci sono 2 diverse occasioni in cui si può sospettare il reflusso vescico-ureterale:

  • La prima è costituita da una segnalazione ecografica prenatale di una dilatazione delle vie urinarie. Se questa segnalazione viene confermata dopo la nascita e se coesistono altri sintomi (dilatazione estesa dell'uretere e infezioni urinarie) è opportuno verificare l'esistenza di un reflusso vescico-ureterale;
  • La seconda occasione per sospettare il reflusso è la ricorrenza di infezioni urinarie febbrili.

Dopo un'attenta valutazione della storia e dei sintomi del bambino, il medico consiglia di eseguire una cistografia (cisto-uretrografia minzionale, cistosonografia) che consentirà di verificare la presenza del reflusso. La cisto-uretrografia minzionale si esegue riempiendo la vescica con mezzo di contrasto radiologico, per mezzo di un catetere. La risalita del mezzo di contrasto radiologico verso l'uretere e il rene indica il reflusso. La cistosonografia è meno invasiva, poiché non utilizza radiazioni, ma solo mezzo di contrasto radiologico ecografico e gli ultrasuoni. Tuttavia fornisce minori informazioni anatomiche rispetto alla cistouretrografia.

Esistono 4 opzioni fondamentali nella cura del reflusso vescico-ureterale:

  • Terapia farmacologica antibiotica;
  • Intervento chirurgico;
  • Trattamento endoscopico;
  • Terapia farmacologica alla comparsa delle infezioni urinarie. 

Le diverse modalità di cura scelte dal medico sono legate al grado di reflusso, all'età del bambino e ai sintomi. In molti casi, i genitori dei bambini possono preferire la scelta del trattamento solo se i sintomi non sono gravi. 

Percorsi di Cura e Salute: le infezioni urinarie


Iscriviti alla newsletter per ricevere i consigli degli specialisti del Bambino Gesù.


  • A cura di: Nicola Capozza
    Unità Operativa di Chirurgia Urologica
  • in collaborazione con:

Ultimo Aggiornamento: 22 dicembre 2020


 
 

COME POSSIAMO AIUTARTI?

 

CENTRALINO

  (+39) 06 6859 1

PRENOTAZIONI (CUP)

 (+39) 06 6818 1
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
Sabato, 8.00 - 12.45

PRENOTAZIONI ONLINE


URP

Informazioni, segnalazioni e reclami  (+39) 06 6859 4888
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
  urp@opbg.net


UFFICIO STAMPA

 (+39) 06 6859 2612   ufficiostampa@opbg.net

REDAZIONE ONLINE

  redazione@opbg.net

DONAZIONI

  (+39) 06 6859 2946   info.fond@opbg.net

LAVORA CON NOI

  risorseumane@opbg.net