Ecocardiogramma Transesofageo

Utilizza gli ultrasuoni per la visualizzazione e lo studio del cuore. Può essere eseguito sui bambini ma è necessario il ricovero in quanto si effettua anche l'anestesia
Stampa Pagina

11 ottobre 2019



CHE COS'È
L'ecocardiogramma transesofageo è un particolare tipo di ecocardiogramma che utilizza gli ultrasuoni per la visualizzazione e lo studio del cuore e delle strutture vascolari collegate. Richiede l'introduzione di una sonda nell'esofago e sfrutta così la stretta vicinanza tra cuore ed esofago nel torace per una visualizzazione più adeguata delle strutture cardiache.

A COSA SERVE
L'ecocardiografia transesofagea in età pediatrica trova applicazione in 4 campi principali:

- Diagnosi di cardiopatia congenita: quando la qualità delle immagini ottenute mediante un esame ecocardiografico "standard" (che si esegue posizionando la sonda sul torace del paziente) non riesce a fornire tutte le informazioni necessarie per comprendere l'anatomia e il flusso del sangue nel cuore (emodinamica cardiaca) o per pianificare un intervento chirurgico;
- Diagnosi perioperatoria: questo è al momento il campo di maggiore utilizzo, specie nei bambini più piccoli; in sala operatoria consente infatti un controllo "on line", in tempo reale, dell'intervento e una valutazione dei risultati della correzione chirurgica;
- Cateterismo cardiaco: la tecnica si rende utile per il controllo di procedure interventistiche realizzate per mezzo del cateterismo cardiaco (dilatazioni valvolari o chiusura di comunicazioni all'interno del cuore);
- Follow-up post-chirurgico di cardiopatie congenite: quando le immagini che si ottengono con l'ecografia "standard" diventano insoddisfacenti per la presenza di aderenze fibrose o di materiali protesici, o ancora per la particolare conformazione che assume il cuore dopo alcuni interventi di cardiochirurgia.

COME SI ESEGUE
A differenza dei pazienti adulti, in cui l'esame può essere eseguito in regime ambulatoriale con una piccola anestesia, nel bambino l'esame richiede in genere il ricovero perché si rende necessaria una vera e propria anestesia
L'anestesia è indispensabile nei bambini per introdurre nell'esofago, attraverso la bocca, un endoscopio. All'estremità dell'endoscopio è posizionata una sonda a ultrasuoni che verrà fatta arrivare nell'esofago, vicino al cuore.
Solitamente, l'esecuzione di un ecocardiogramma transesofageo richiede un'ora.


Esempi di sonde ecografiche transesofagee
(simili a quelle utilizzate per la "gastroscopia")
rispettivamente per l'adulto, per i bambini fino
ai 3 Kg di peso e infine la sonda micro
(indicata dalla freccia) per bimbi di peso
inferiore ai 3 Kg.

POSSONO ESSERCI COMPLICANZE
L'ecocardiogramma transesofageo è un esame "semi-invasivo" perché prevede l'introduzione di una sonda nella cavità esofagea, ma con un rischio di complicanze molto basso. L'esame non richiede una preparazione particolare del paziente ed è controindicato solo in particolari condizioni, come ad esempio le malformazioni (operate e non) dell'esofago o in caso di sanguinamento dell'esofago o dello stomaco.


a cura di: Roberta Iacobelli
Dipartimento Medico-Chirurgico di Cardiologia Pediatrica
In collaborazione con: