Colecalciferolo

Annister, Colecalciferolo DOC, Colecalciferolo EG, Colecalciferolo Ipso Pharma, Colecalciferolo Mylan, Colecalciferolo Pensa, Colecalciferolo Sandoz, Colecalciferolo Teva, Dibase, Lampard, Tomaiono, Tredimin, Xarenel, Zibenak.

Il Colecalciferolo, chiamato anche vitamina D, è utilizzato per prevenire e curare la carenza di questa vitamina associata a malattie che possono colpire le ossa e la pelle.

Il Colecalciferolo aumenta i livelli di vitamina D facilitando l'assorbimento di calcio dall'apparato digerente. Riesce così a migliorare la malattia causata dalla mancanza di vitamina D.

  • Gocce orali 10000 UI/ml flacone da 10 ml;
  • Soluzione orale 10000 UI/ml flacone da 10 ml;
  • Soluzione orale 25000 UI/2,5 ml; contenitore monodose da 2,5 ml, flacone da 10 ml;
  • Soluzione orale 50000 UI/5 ml; contenitore monodose da 5 ml;
  • Soluzione orale 50000 UI/2,5 ml contenitore monodose da 2,5 ml.

Spetta al medico stabilire di quanto farmaco ha bisogno il bambino e per quante volte al giorno. Per far sì che il medicinale abbia l'effetto voluto, è importantissimo seguire scrupolosamente la prescrizione del medico.

È consigliabile somministrare la medicina tutti i giorni alla stessa ora per ricordarsene più facilmente e non dimenticare una dose.

Il Colecalciferolo deve essere somministrato al bambino per bocca durante i pasti.

Gocce orali
Colecalciferolo gocce deve essere somministrato per bocca al bambino.
Prima della somministrazione è necessario agitare bene il flacone e svitare la capsula di sicurezza a prova di bambino facendo una pressione dall'alto verso il basso e girando contemporaneamente in senso antiorario.
Quindi, contare le gocce in un cucchiaio e somministrare direttamente in bocca.
Chiudere il flacone avvitando la capsula a fondo in senso orario e riporlo nella confezione originale.
Nel flacone da 10 ml di Colecalciferolo 10.000 U.I./ml gocce orali è contenuto il Colecalciferolo (vitamina D₃) nella quantità 2,5 mg pari a 100.000 U.I. (1 goccia contiene: 250 U.I. di vitamina D₃).

Soluzione orale in contenitore monodose
Colecalciferolo soluzione orale in contenitori monodose deve essere somministrato al bambino per bocca. Tutto quanto il contenuto del flacone monodose deve essere somministrato in unica somministrazione, se questa è la prescrizione del medico.

Se invece è necessario somministrare una dose diversa di farmaco, è opportuno utilizzare un altro formato farmaceutico disponibile in commercio come le gocce orali o la soluzione orale in flacone multidose con siringa dosatrice, sempre rispettando la dose indicata dalla prescrizione medica.
Nel contenitore monodose da 2.5 ml di Colecalciferolo 25.000 U.I./ml soluzione orale è contenuto il Colecalciferolo (vitamina D₃) nella quantità 0,625 mg pari a 25.000 U.I.
Nel contenitore monodose da 5 ml di Colecalciferolo 50.000 U.I./ml soluzione orale è contenuto il Colecalciferolo (vitamina D₃) nella quantità 1,25 mg pari a 50.000 U.I.

Soluzione orale in flacone multidose con siringa dosatrice
Colecalciferolo soluzione orale deve essere somministrato al bambino per bocca. Nella confezione è presente una siringa dosatrice, con riportate delle tacche di livello al fine di agevolare il prelievo del quantitativo esatto di soluzione in millilitri (ml).
Per aspirare la quantità esatta in ml di Colecalciferolo è necessario leggere il foglietto illustrativo, nella sezione istruzioni d'uso, dove sono riportate le unità internazionali (UI) di vitamina contenute in 1 ml.
Una dose prelevata con la siringa dosatrice annessa alla confezione, aspirando la soluzione dal flacone fino alla tacca, corrisponde a 2,5 ml (pari a 25.000 U.I. di vitamina D).

Prima dell'uso è necessario agitare il flacone, aprire la chiusura di sicurezza a prova di bambino facendo una pressione dall'alto verso il basso e girando contemporaneamente in senso antiorario.
Quindi inserire la siringa dosatrice, pulita e asciutta, nell'apertura del flacone in modo che si inserisca saldamente e fino in fondo nell'adattatore per la siringa.
Per riempire la siringa dosatrice senza creare bolle d'aria, girare lentamente il flacone a testa in giù, tenendo saldamente la siringa dosatrice e, quindi, tirare lentamente lo stantuffo verso il basso fino a raggiungere la tacca.

Qualora fossero visibili bolle d'aria o si fosse ecceduto nel prelievo fino ad oltre la tacca, spingere lo stantuffo verso l'alto reinserendo, in parte o totalmente, la soluzione nel flacone e ripetere il prelievo.
Se è stata prescritta più di una dose (ad esempio 50.000 U.I. di vitamina D), prelevare il numero di dosi prescritte riempiendo la siringa dosatrice più volte (nell'esempio delle 50.000 U.I. occorrerà riempire la siringa dosatrice 2 volte).
Rimettere diritto il flacone con la siringa dosatrice ancora in sede e quindi rimuovere la siringa dosatrice dall'apertura del flacone girandola con cautela e tirandola contemporaneamente.

È possibile vuotare la siringa dosatrice direttamente in bocca o versarne il contenuto in un cucchiaio. Se si vuota la siringa dosatrice direttamente in bocca, il bambino deve essere seduto e ben diritto.
Preferibilmente, la siringa viene vuotata lentamente contro la parete interna della guancia. Al fine di evitare un soffocamento, si deve adattare la velocità di svuotamento della siringa alla velocità di deglutizione.
Dopo aver somministrato il farmaco, chiudere il flacone con il suo tappo, avvitando la capsula e girando a fondo in senso orario e riporlo nella confezione.
La siringa dosatrice deve essere lavata accuratamente e asciugata per essere utilizzata per un successivo prelievo.

Nel flacone da 10 ml di Colecalciferolo 10.000 U.I./ml soluzione orale in flacone multidose con siringa dosatrice è contenuto il Colecalciferolo (vitamina D₃) nella quantità 2,5 mg pari a 100.000 U.I.
Nel flacone 25.000 U.I./2,5 ml soluzione orale in flacone multidose con siringa dosatrice, 10 ml contengono: Colecalciferolo (vitamina D₃) 2,5 mg pari a 100.000 U.I. Ogni dose da 2,5 ml contiene: Colecalciferolo (vitamina D₃) 0,625 mg pari a 25.000 U.I.

Non è possibile determinare dopo quanto tempo dalla somministrazione siano visibili i primi effetti terapeutici del Colecalciferolo. È importante proseguire la terapia prescritta dal medico con Colecalciferolo nonostante il miglioramento dei sintomi senza interromperla improvvisamente.

Come tutti i medicinali, il Colecalciferolo può causare effetti indesiderati. Gli effetti collaterali più comuni riguardano:

  • Ipersensibilità;
  • Ipercalcemia;
  • Ipercalciuria;
  • Calcolosi renale.

In caso di somministrazione di una dose eccessiva di Colecalciferolo è opportuno contattare il medico.
Una dose eccessiva di Colecalciferolo può causare effetti collaterali che possono includere nausea, perdita di appetito, sete, stimolo alla minzione, dolori muscolari, rigidità, confusione o battiti cardiaci irregolari.

È sempre bene riferire al medico se il bambino sta assumendo altri farmaci per evitare interazioni con potenziali effetti indesiderati o perdita di efficacia del farmaco.
Il Colecalciferolo (vitamina D₃) può interagire con altri farmaci, pertanto non ne è raccomandato l'uso simultaneo con questi farmaci.
È bene evitare l'uso concomitante di anticonvulsivanti, barbiturici o Rifampicina che può ridurre l'effetto del Colecalciferolo per inattivazione metabolica. In caso di trattamento con diuretici tiazidici, che riducono l'eliminazione urinaria del calcio, è raccomandato il controllo delle concentrazioni sieriche di calcio. L'uso concomitante di glucocorticosteroidi può ridurre l'effetto della vitamina D₃.
In caso di trattamento con farmaci contenenti la digitale come la Digossina, la somministrazione orale di calcio combinato con la vitamina D₃ aumenta il rischio di tossicità della digitale (aritmia).

È pertanto richiesto lo stretto controllo del medico e, se necessario, il controllo elettrocardiografico e delle concentrazioni di calcio nel sangue.
Un uso concomitante di antiacidi contenenti alluminio può interferire con l'efficacia del farmaco, diminuendo l'assorbimento della vitamina D₃ e aumentando l'assorbimento intestinale di alluminio, mentre preparati contenenti magnesio possono esporre al rischio di ipermagnesiemia.

Se ci si dimentica di somministrare una dose al bambino, somministrare la dose dimenticata a condizione che non coincida con l'orario della somministrazione della dose successiva.
Non somministrare due dosi contemporaneamente. Se il bambino sta dormendo, non è necessario svegliarlo per somministrare la dose dimenticata.

Se il bambino vomita entro 30 minuti dopo l'assunzione di una dose di Colecalciferolo, somministrare nuovamente la stessa dose.
Se il bambino vomita oltre 30 minuti dopo l'assunzione di una dose di Colecalciferolo non è necessario somministrare al bambino un'altra dose. Attendere fino alla successiva somministrazione della dose come da prescrizione medica.

Quando necessario, la vitamina D può essere prescritta durante l'allattamento.
La vitamina D è un normale componente del latte materno. Anche se il Colecalciferolo passa nel latte materno, essendo una vitamina non arreca danno al neonato.
La supplementazione somministrata alla madre non sostituisce la necessità di somministrare la vitamina D al lattante.

L'assunzione di Colecalciferolo non è indicata nel caso di livelli elevati di calcio o vitamina D nel sangue e/o sindromi da malassorbimento.
È opportuno contattare il medico prima di assumere altre vitamine o integratori durante la terapia con Colecalciferolo.
Come per le altre vitamine liposolubili, l'assorbimento intestinale del Colecalciferolo è favorito dalla concomitante assunzione di alimenti che contengono grassi.

È opportuno conservare le gocce e la soluzione orale di Colecalciferolo nella confezione originale in un luogo fresco, asciutto e al riparo dalla luce. Non conservare a temperatura superiore ai 25°C.
Dopo la prima apertura del flacone da 10.000 U.I./ml gocce orali o soluzione il medicinale deve essere utilizzato entro 5 mesi. Trascorso questo periodo il medicinale residuo deve essere eliminato.

Dopo la prima apertura del flacone di 25.000 U.I./2,5 ml soluzione orale in flacone multidose il medicinale deve essere utilizzato entro 6 mesi; trascorso tale periodo il medicinale residuo deve essere eliminato.
Non utilizzare il farmaco oltre la data di scadenza riportata. Tenere in un luogo non accessibile ai bambini. Conservare il farmaco nella confezione originale assieme al foglio illustrativo.

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere i consigli degli specialisti del Bambino Gesù.


  • A cura di: Antonella Sabia, Tiziana Corsetti
    Unità Operativa di Farmacia
  • in collaborazione con:

Ultimo Aggiornamento: 18 gennaio 2021


 
 

COME POSSIAMO AIUTARTI?

 

CENTRALINO

  (+39) 06 6859 1

PRENOTAZIONI (CUP)

 (+39) 06 6818 1
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
Sabato, 8.00 - 12.45

PRENOTAZIONI ONLINE


URP

Informazioni, segnalazioni e reclami  (+39) 06 6859 4888
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
  urp@opbg.net


UFFICIO STAMPA

 (+39) 06 6859 2612   ufficiostampa@opbg.net

REDAZIONE ONLINE

  redazione@opbg.net

DONAZIONI

  (+39) 06 6859 2946   info.fond@opbg.net

LAVORA CON NOI

  risorseumane@opbg.net