Esami del sangue

Vengono effettuati per valutare la corretta funzionalità e integrità degli organi 

Vengono effettuati per dosare i componenti e i vari analiti presenti nel sangue, che circolano all’interno dell’organismo, la cui presenza e concentrazione sono utili per valutare la corretta funzionalità e integrità degli organi.

Solo ed esclusivamente dietro prescrizione medica, in occasione di possibili condizioni morbose o per verificare alcune funzionalità dell’organismo.

Alcune condizioni possono modificare i risultati degli esami:

  • Alimentazione;
  • Stress;
  • Sport;
  • Assunzione di farmaci;
  • Ciclo mestruale.

Non è necessario modificare le proprie abitudini alimentari il giorno prima del prelievo. Tuttavia bisogna osservare un periodo di digiuno prima del prelievo.
Il periodo di digiuno consigliato a seconda dell’età, dovrebbe essere: 

Adulti:

  • Minimo 8 ore, massimo 12.

Bambini:

  • Neonato (entro 30 giorni di vita): dopo circa 3 ore dalla poppata;
  • Lattante (da 1 a 6 mesi): minimo 3 ore di digiuno;
  • Divezzo (da 6 mesi a 3 anni): 4-5 ore;
  • Bambino (da 3 anni a 8): 6 ore di digiuno;
  • Dai 9 anni in poi: come gli adulti.

Evitare di sostenere sforzi fisici intensi entro le 24 ore precedenti il prelievo e non assumere alcool durante le 12 ore prima. Non fumare nel periodo intercorso tra il risveglio e il prelievo.

Non assumere farmaci nelle 12 ore precedenti il prelievo a eccezione di prescrizione obbligatoria del medico o assoluta necessità; in questi casi segnalare il tipo di farmaco assunto.

Il prelievo venoso non comporta rischi e non è doloroso. In caso di pazienti agofobici o dietro richiesta si applica sedazione locale mediante pomata anestetica. Per i bambini più piccoli si applicano metodi di distrazione quali Clown terapia o sonori.

Il prelievo venoso viene eseguito secondo la seguente procedura:

  • Identificazione del paziente e preparazione delle etichette;
  • Preparazione del materiale necessario (set vacutainer, laccio, disinfettante, provette nominative);
  • Valutazione del posizionamento ottimale del paziente (seduto, sdraiato, in braccio alla madre, …);
  • Scelta dell’accesso venoso, dopo ispezione visiva e tattile;
  • Raccolta campioni, secondo la corretta sequenza delle provette.

Al Bambino Gesù, gli esami del sangue si eseguono presso i Centri Prelievi nelle diverse sedi di San PaoloPalidoro e Santa Marinella (senza appuntamento).

Per la corretta raccolta dei campioni biologici non ematici (urine, feci…) consultare le informazioni presenti sul Portale.

Gli esami colturali per ricerca di batteri e funghi devono essere prelevati prima dell’inizio della terapia antimicrobica e in modo sterile. L’assunzione di antibiotici e antimicotici interferisce infatti con la crescita microbica e, di conseguenza, sull’esito delle indagini diagnostiche.

In questo caso, si consiglia di eseguire prelievi per indagini microbiologiche dopo almeno 6 giorni dalla sospensione della terapia.

I risultati sono in genere disponibili in breve tempo, da pochi giorni a una settimana, come indicato nel tempo di risposta assegnato al momento del prelievo.

Il ritiro referti sarà possibile presso gli sportelli amministrativi delle diverse sedi. In alternativa è possibile consultarli direttamente online.

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere i consigli degli specialisti del Bambino Gesù.


  • A cura di: Caterina Ciriaci
    Centro Prelievi S. Paolo
    Unità Operativa di Laboratorio Analisi Cliniche
  • in collaborazione con:

Ultimo Aggiornamento: 09  Settembre 2022 


 
 

COME POSSIAMO AIUTARTI?

 

CENTRALINO

  (+39) 06 6859 1

PRENOTAZIONI (CUP)

 (+39) 06 6818 1
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
Sabato, 8.00 - 12.45

PRENOTAZIONI ONLINE


URP

Informazioni, segnalazioni e reclami  (+39) 06 6859 4888
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
  urp@opbg.net


UFFICIO STAMPA

 (+39) 06 6859 2612   ufficiostampa@opbg.net

REDAZIONE ONLINE

  redazione@opbg.net

DONAZIONI

  (+39) 06 6859 2946   info.fond@opbg.net

LAVORA CON NOI

  lavoraconnoi@opbg.net