Vaccinazione Antinfluenzale in gravidanza

La vaccinazione antinfluenzale in gravidanza è utile e fortemente raccomandata 

La vaccinazione antinfluenzale delle donne in gravidanza è fortemente raccomandata perché riduce, sia nelle future mamme sia nei loro bambini, il rischio di contrarre il virus dell’influenza e di sviluppare la malattia. Se il neonato non riceve specifici anticorpi trasmessi dalla madre (perché  ne è sprovvista), è vulnerabile a diverse infezioni finché non raggiungerà l’età per essere vaccinato egli stesso, cioè i 6 mesi di età.

Già da qualche anno il Ministero della Salute, a causa delle recenti epidemie di influenza, raccomanda la vaccinazione anti-influenzale (se la gravidanza si verifica nel corso di una stagione influenzale) sia nel corso della gravidanza in corso sia per ogni gravidanza successiva. 
Il vaccino provoca una risposta immune nella madre che produce anticorpi specifici contro i ceppi influenzali contenuti nel vaccino dell’anno in corso. Gli anticorpi passano al bambino attraverso la placenta.

Avere l’influenza nei primi mesi di vita può essere infatti molto pericoloso.
Sulla base dei dati dell'influenza stagionale e delle pandemie influenzali, le donne gravide con influenza hanno maggiori probabilità di sviluppare una malattia grave e di morire, rispetto alla popolazione generale, a causa dei normali cambiamenti che si verificano durante tale epoca: aumento della frequenza cardiaca e del consumo di ossigeno, riduzione della capacità polmonare e della risposta immunitaria. 
Vaccinando la mamma in gravidanza si riducono i casi di malattia respiratoria acuta e di otite nei primi due/sei mesi di vita del bambino. 

I vaccini antinfluenzali sono stati somministrati a milioni di donne incinte per molti anni e tutti gli studi hanno mostrato un ottimo profilo di sicurezza in tutti i trimestri di gravidanza. Esistono infatti moltissimi studi scientifici che dimostrano la sicurezza del vaccino antinfluenzale nelle donne in gravidanza e nei loro bambini. 

Gli effetti collaterali più comuni sperimentati dalle donne in gravidanza sono gli stessi di quelli sperimentati da altre persone. Sono generalmente lievi e comprendono:

  • Dolore, arrossamento e / o gonfiore nel punto dell’iniezione;
  • Svenimento;
  • Mal di testa;
  • Febbre;
  • Dolori muscolari;
  • Nausea;
  • Fatica.

Se si verificano effetti collaterali, di solito iniziano subito dopo l'iniezione e generalmente durano 1-2 giorni.
Raramente, i vaccini antinfluenzali possono causare problemi seri come gravi reazioni allergiche. Chiunque abbia un'allergia grave, con shock anafilattico a uno qualsiasi degli ingredienti del vaccino, non dovrebbe ricevere il vaccino antinfluenzale. Ma la semplice allergia a uno dei componenti non è un motivo valido per non fare il vaccino antinfluenzale.

Diversi studi hanno dimostrato che le donne che hanno ricevuto vaccini antinfluenzali durante la gravidanza, in qualsiasi trimestre, non hanno avuto un rischio maggiore di aborto spontaneo. Un recente studio condotto negli Stati Uniti per tre stagioni influenzali consecutive, alla ricerca di un aumento del rischio di aborto spontaneo tra le donne incinte che avevano ricevuto un vaccino antinfluenzale durante la gravidanza, non ha rilevato alcun aumento del rischio di aborto spontaneo.
La vaccinazione antinfluenzale è quindi fortemente raccomandata e gratuita in Italia per tutte le donne in gravidanza. 

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere i consigli degli specialisti del Bambino Gesù


  • A cura di: Caterina Rizzo
    Certificazioni, Percorsi Clinici ed Epidemiologia
  • in collaborazione con:

Ultimo Aggiornamento: 06 ottobre 2021


 
 

COME POSSIAMO AIUTARTI?

 

CENTRALINO

  (+39) 06 6859 1

PRENOTAZIONI (CUP)

 (+39) 06 6818 1
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
Sabato, 8.00 - 12.45

PRENOTAZIONI ONLINE


URP

Informazioni, segnalazioni e reclami  (+39) 06 6859 4888
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
  urp@opbg.net


UFFICIO STAMPA

 (+39) 06 6859 2612   ufficiostampa@opbg.net

REDAZIONE ONLINE

  redazione@opbg.net

DONAZIONI

  (+39) 06 6859 2946   info.fond@opbg.net

LAVORA CON NOI

  risorseumane@opbg.net