Poliomielite: il vaccino

Il vaccino IPV (Salk) è ritenuto sicuro e raccomandato contro la Poliomielite, mentre il vaccino OPV (Sabin) non viene più utilizzato 

  • Il vaccino anti-poliomielite IPV è inattivato ed è obbligatorio
  • È contenuto nel vaccino esavalente
  • Si somministra quindi al 3°, 5° e 11° mese con un'iniezione intramuscolare
  • Prevede un richiamo a 5-6 anni

Un vaccino cosiddetto IPV o di Salk che contiene virus Polio inattivati. 
Un vaccino cosiddetto OPV o di Sabin che contiene virus vivi attenuati. Questo vaccino non viene più utilizzato in Italia.

Il vaccino IPV si somministra con un'iniezione intramuscolare;
Il vaccino OPV viene somministrato per bocca.

Vaccino IPV
A partire dal 2002 in Italia viene somministrato solo il vaccino IPV.
Il ciclo vaccinale è costituito da tre dosi di vaccino somministrate entro il primo anno di vita (è contenuto nell'esavalente), seguite da un richiamo tra il 5° e il 6° anno di vita.
Il Ministero della Salute raccomanda la vaccinazione dei nuovi nati con il vaccino esavalente, che protegge anche contro tetano, difterite, pertosse, epatite B e infezioni invasive da Haemophilus influenzae b

Vaccino IPV
L'unica controindicazione a questo vaccino è costituita da allergia nota agli antibiotici in esso contenuti (
neomicina, polimixina B, streptomicina).
La vaccinazione è sconsigliata, inoltre, in gravidanza, anche se non sono mai stati documentati danni nei confronti di donne in gravidanza o del loro feto.

Vaccino OPV
Il vaccino Sabin non deve essere utilizzato nei soggetti con gravi problemi immunitari e nei loro conviventi o nelle donne gravide.
Il vaccino OPV è controindicato, inoltre, nei soggetti con allergia nota verso qualunque componente del vaccino, tra cui kanamicina e neomicina.

Vaccino IPV
In alcuni casi si può manifestare la comparsa di dolore nel punto in cui viene effettuata l'iniezione. È possibile, anche se estremamente rara, una reazione allergica agli antibiotici in esso contenuti (neomicina, polimixina B, streptomicina).

Vaccino OPV
In 1 caso ogni 2,4 milioni di dosi somministrate è possibile osservare una "paralisi flaccida acuta" con esiti permanenti. Il rischio è più frequente dopo la somministrazione della prima dose di vaccino (1 caso ogni 550.000 bambini).

Vaccino IPV
Dopo il completamento del ciclo vaccinale, oltre il 95% dei bambini vaccinati risultano immuni da poliovirus. 

Vaccino OPV
Questo vaccino è altamente efficace a prevenire la trasmissione dell'infezione in zone dove il virus è endemico, ed esercita un effetto sull'ambiente dovuto all'escrezione del virus vaccinale con le feci.

Percorsi di Cura e Salute: Vaccinazioni

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere i consigli degli specialisti del Bambino Gesù.


  • A cura di: Alberto Tozzi
    Unità Operativa di Innovazione e Percorsi Clinici
  • in collaborazione con:

Ultimo Aggiornamento: 28 dicembre 2020


 
 

COME POSSIAMO AIUTARTI?

 

CENTRALINO

  (+39) 06 6859 1

PRENOTAZIONI (CUP)

 (+39) 06 6818 1
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
Sabato, 8.00 - 12.45

PRENOTAZIONI ONLINE


URP

Informazioni, segnalazioni e reclami  (+39) 06 6859 4888
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
  urp@opbg.net


UFFICIO STAMPA

 (+39) 06 6859 2612   ufficiostampa@opbg.net

REDAZIONE ONLINE

  redazione@opbg.net

DONAZIONI

  (+39) 06 6859 2946   info.fond@opbg.net

LAVORA CON NOI

  risorseumane@opbg.net