Tumori solidi che colpiscono l'età pediatrica

I tumori maligni sono malattie rare nei bambini e negli adolescenti e sono sempre più curabili 

I tumori maligni sono malattie rare nei bambini (0-14 anni) e negli adolescenti (15-19 anni), rappresentando circa l’1% di tutti i tumori maligni che si manifestano nel corso della vita. Le cause di un tumore nell’età pediatrica sono quasi sempre sconosciute. Solo in pochi casi sono dovuti a sindromi che predispongono allo sviluppo di tumori.

I principali tumori solidi dell'età pediatrica sono:

  • Tumori del sistema nervoso centrale;
  • Neuroblastoma;
  • Tumore di Wilms;
  • Sarcomi dei tessuti molli;
  • Sarcomi dell’osso.

Le principali strategie terapeutiche in nostro possesso per curare un tumore sono: 

  • La chemioterapia;
  • La radioterapia;
  • La chirurgia.

Per alcuni tipi di tumore pediatrico oggi sono disponibili terapie molto avanzate, come il trapianto di cellule staminali ematopietiche (trapianto di midollo) e l'immunoterapia. Per immunoterapia si intende un trattamento di cura che utilizza lo stesso sistema immunitario del paziente, anche con cellule geneticamente modificate, per riconoscere e distruggere le cellule del cancro.

I tumori pediatrici sono malattie sempre più curabili. Il miglioramento dei risultati è dovuto:

  • Alle conquiste della ricerca scientifica;
  • Alle maggiori conoscenze delle caratteristiche cellulari, metaboliche e molecolari dei tumori pediatrici.  

Tutte queste conoscenze consentono di effettuare terapie personalizzate e trattamenti farmacologici (chemioterapia) e non farmacologici (radioterapia, chirurgia), sempre più mirati ed efficaci. 
Con l’accrescersi dei tassi di sopravvivenza dopo essere guariti da un tumore è aumentato il numero di bambini e adolescenti che raggiungono l’età adulta dopo essere stati sottoposti a terapia oncologica. Oggi l’80% circa dei bambini con tumore sopravvive dopo 5 anni dalla diagnosi di malattia tanto che 1 giovane su 800, all’età di 20 anni, è guarito da un tumore in età pediatrica. 
Le cure ricevute possono interferire con lo sviluppo fisico e psicologico dei bambini e degli adolescenti e possono avere un impatto sul successivo stato di salute. È fondamentale dunque seguire nel tempo con esami clinici, ematochimici e strumentali i ragazzi e i giovani adulti guariti da un tumore pediatrico in modo da prevenire o diagnosticare in tempo eventuali malattie causate dai trattamenti ricevuti in passato nel percorso per curare il tumore quando erano bambini.

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere i consigli degli specialisti del Bambino Gesù.


  • A cura di: Aurora Castellano, Maria Debora De Pasquale
    Unità Operativa di Oncoematologia
  • in collaborazione con:

Ultimo Aggiornamento: 16  Dicembre 2021 


 
 

COME POSSIAMO AIUTARTI?

 

CENTRALINO

  (+39) 06 6859 1

PRENOTAZIONI (CUP)

 (+39) 06 6818 1
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
Sabato, 8.00 - 12.45

PRENOTAZIONI ONLINE


URP

Informazioni, segnalazioni e reclami  (+39) 06 6859 4888
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
  urp@opbg.net


UFFICIO STAMPA

 (+39) 06 6859 2612   ufficiostampa@opbg.net

REDAZIONE ONLINE

  redazione@opbg.net

DONAZIONI

  (+39) 06 6859 2946   info.fond@opbg.net

LAVORA CON NOI

  risorseumane@opbg.net