Laringite

Una malattia delle vie aeree, più spesso causata da infezioni virali e caratterizzata da stridore in fase inspiratoria, tosse abbaiante e perdita di voce (raucedine). Colpisce i bambini nei primi anni di vita e, di solito, si risolve con cure somministrabili a casa 

Laringite acuta o croup, o laringospasmo, sono sinonimi che indicano una infiammazione della mucosa della laringe provocata da un’infezione o da uno stress delle corde vocali.

La laringe è la parte del collo, che si trova tra la faringe e la trachea, ha forma di cilindro cavo ed è addetta all’emissione dei suoni (fonazione). L'infiammazione causa edema (un rigonfiamento) della laringe e della trachea che si restringono, rendendo difficoltoso il passaggio dell'aria.

L'età più frequente di comparsa è tra i 6 mesi e i 4 anni, con un picco nel secondo anno, mentre è raro che il croup si verifichi nei primi  6 mesi di vita, probabilmente per la protezione garantita dagli anticorpi materni (IgG) presenti nel sangue dei lattanti.

Nei primi anni di vita, le vie respiratorie sono più piccole e l’edema ne causa più facilmente il restringimento; per tale motivo è raro che il croup si verifichi dopo i 6 anni. È più frequente nei bambini che nelle bambine.

Rappresenta una frequente causa di accesso in pronto soccorso, tuttavia nella maggior parte dei casi, si tratta di forme lievi o moderate e la guarigione avviene rapidamente, entro 48-72 ore dalla comparsa dei sintomi.

Di solito si tratta di forme virali. I virus più frequentemente coinvolti sono il virus parainfluenzale, influenzale e il virus respiratorio sinciziale ed è per tale motivo una condizione che si manifesta prevalentemente in inverno. Nei bambini non vaccinati, può esserne causa, anche del virus del morbillo.
Altre cause di laringospasmo possono essere:

  • Allergia;
  • Elevata reattività delle vie respiratorie;
  • Stenosi (o ostruzioni) sotto la glottide, spazio vuoto della laringe tra le due corde vocali, che possono essere causate da un corpo estraneo, masse, malformazioni vascolari o delle vie respiratorie;
  • Laringotracheite batterica;
  • Reflusso gastro-esofageo

Le forme batteriche andranno considerate nei casi in cui ci sia febbre elevata, essudato purulento (pus), dolore crescente.

Molto rara, grazie alla vaccinazione, è l’epiglottite acuta o laringite sopraglottica batterica, infiammazione dietro alla lingua, causata dall’Haemophilus influenzae di tipo b, che richiede un'assistenza immediata per il caratteristico rapido peggioramento dei sintomi. Nei pazienti immunodepressi, sarà necessario escludere anche infezioni da funghi.

Tipicamente il laringospasmo compare improvvisamente durante le ore notturne e si caratterizza per una tosse con timbro metallico (somiglia al verso di una foca), definita abbaiante, che spesso causa allarme nella famiglia, anche perché usualmente non è anticipata da sintomi importanti.

Si possono presentare anche abbassamento della voce e stridore laringeo (inspirazione rumorosa) e più raramente febbricola, raffreddore, difficoltà a deglutire.
Spesso si tratta di un processo che termina in modo autonomo o con rapida risposta alla terapia.

Il fatto che il laringospasmo si verifichi soprattutto nelle ore notturne e migliori rapidamente al mattino, sembra sia causato dai livelli di cortisolo nel sangue, ormone che raggiunge il suo massimo di concentrazione alle 8 di mattina, per poi diminuire progressivamente fino ad un livello minimo tra le 23 e le 4 del mattino.

Si sottolinea però che, soprattutto quando la laringite si presenta per la prima volta, è necessario che il bambino venga visitato. 

La diagnosi è basata sui sintomi e non sono necessari esami di laboratorio. 

Nel caso in cui si verifichi frequentemente (più di due volte l'anno) o ci sia un ritardo nella guarigione dopo terapia, oppure l'età in cui si presenta sia superiore ai 4 anni, andranno prese in considerazione le altre cause di laringospasmo, sopra elencate. 

Al primo episodio di laringite il bambino deve sempre essere visitato dal pediatra o in pronto soccorso, per conferma della diagnosi e indicazioni sulla terapia più adeguata, a cui il genitore verrà formato per poter trattare rapidamente e a casa i successivi episodi.

Ovviamente, anche in caso di episodi ricorrenti, qualora si osservi una risposta tardiva alla terapia o si associ importante difficoltà respiratoria, il bambino andrà condotto a visita.

Come già detto, la laringite acuta è un fenomeno che spesso termina spontaneamente. È molto importante, per prima cosa, cercare di tranquillizzare il bambino, perché l’agitazione potrebbe peggiorare la difficoltà respiratoria.

Se necessaria, la terapia più adeguata è con cortisone (desametasone o prednisolone) per bocca (prima scelta secondo le più recenti indicazioni); il cortisone per aerosol (budesonide), rappresenta una valida alternativa se ci sia vomito o altre condizioni che impediscano l’assunzione della terapia per bocca; in rari casi, può essere necessario somministrare il cortisone per intramuscolare o endovena e utilizzare l’ossigeno. La terapia antibiotica non è indicata, a meno di accertata causa batterica.

Nelle forme gravi e con difficoltà respiratoria, si utilizza anche l'adrenalina per aerosol, tuttavia dopo due ore dal termine di tale terapia, i sintomi possono ricomparire. Perciò, nei casi che necessitino di un trattamento con adrenalina, è consigliato il ricovero in ospedale o un’osservazione prolungata del bambino in pronto soccorso.

Solo raramente è necessario ricoverare un bambino con laringospasmo. In base alla gravità dei sintomi, al colorito della pelle e alla risposta alla terapia, il medico indicherà la necessità o meno del ricovero, che è consigliabile solo nelle forme gravi o in cui non si riesca a ottenere una stabilizzazione dei sintomi. 

 

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere i consigli degli specialisti del Bambino Gesù.


  • A cura di: Francesca Petreschi
    Centro Cure Palliative Pediatriche
  • in collaborazione con:

Ultimo Aggiornamento: 05  Maggio 2023 


 
 

COME POSSIAMO AIUTARTI?

 

CENTRALINO

  (+39) 06 6859 1

PRENOTAZIONI (CUP)

 (+39) 06 6818 1
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
Sabato, 8.00 - 12.45

PRENOTAZIONI ONLINE


URP

Informazioni, segnalazioni e reclami  (+39) 06 6859 4888
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
  urp@opbg.net


UFFICIO STAMPA

 (+39) 06 6859 2612   ufficiostampa@opbg.net

REDAZIONE ONLINE

  redazione@opbg.net

DONAZIONI

  (+39) 06 6859 2946   info.fond@opbg.net

LAVORA CON NOI

  lavoraconnoi@opbg.net