Nave Italia torna in mare con i ragazzi del Bambino Gesù

Da oggi al 10 luglio in viaggio da Gaeta a Salerno per accrescere autostima e autonomia

Nuove avventure in mare per i bambini e per i ragazzi dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù. Sono salpati oggi dal porto di Gaeta a bordo di Nave Italia, il brigantino a vela che la Fondazione Tender to Nave Italia Onlus dedica alla “terapia dell’avventura” per le persone con disabilità cognitive, malattie genetiche o disagio psicosociale. Il viaggio terminerà il 10 luglio con l'arrivo a Salerno.

Il gruppo è composto da 10 giovani dai 10 ai 18 anni, tutti affetti da idrocefalo e ciascuno con una lunga storia di ricovero - tra sala operatoria, rianimazione e reparto - che ha avuto un forte impatto sull’autonomia e sulla crescita emotiva. Nei 5 giorni di navigazione sul Tirreno, vivranno un’esperienza - una vera e propria avventura terapeutica - ideata per stimolare indipendenza, spirito di adattamento e sensazioni di benessere.

A bordo del brigantino i ragazzi condivideranno tanti momenti ludici, ma anche regole e spazi in comune. Svolgeranno attività di bordo come spiegare vele o lucidare ottoni, turni di corvée e prove di cucina: tutto a vantaggio dell'autostima e della consapevole gestione di sé. In questo viaggio saranno seguiti dall’equipaggio di bordo e da un’équipe medica del Bambino Gesù composta da anestesista, neurochirurgo, psicologa e coordinatrice infermieristica.

La collaborazione tra Fondazione Tender to Nave Italia Onlus e l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, avviata nel 2011, ha già consentito a tanti bambini e ragazzi affetti da varie patologie (tumore, diabete, epilessia, malattie metaboliche, siblings) di vivere un’esperienza formativa indimenticabile. Nel progetto, quest’anno, sono stati coinvolti giovani pazienti con idrocefalo, una patologia caratterizzata dall’accumulo di liquido nel cervello che colpisce circa 1 bambino ogni 1000 nati e che richiede interventi chirurgici multipli nel 20% dei casi. Anche con il supporto dello psicologo, durante il viaggio i ragazzi saranno aiutati a superare le difficoltà legate al lungo e complesso percorso di malattia, incoraggiandoli a sviluppare la propria autonomia e ad aprirsi con sicurezza alle interazioni sociali.




 
 

COME POSSIAMO AIUTARTI?

 

CENTRALINO

  (+39) 06 6859 1

PRENOTAZIONI (CUP)

 (+39) 06 6818 1
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
Sabato, 8.00 - 12.45

PRENOTAZIONI ONLINE


URP

Informazioni, segnalazioni e reclami  (+39) 06 6859 4888
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
  urp@opbg.net


UFFICIO STAMPA

 (+39) 06 6859 2612   ufficiostampa@opbg.net

REDAZIONE ONLINE

  redazione@opbg.net

DONAZIONI

  (+39) 06 6859 2946   info.fond@opbg.net

LAVORA CON NOI

  risorseumane@opbg.net