Centro Antiveleni pediatrico del Bambino Gesù, le cose da sapere

Il numero 06 6859 3726 è sempre attivo per le emergenze su avvelenamenti e intossicazioni

Al Bambino Gesù è attivo un servizio telefonico di consulenza per le esposizioni a sostanze pericolose o avvelenamenti di bambini e ragazzi. Al numero (+39) 06 6859 3726, sempre attivo, rispondono gli specialisti del Centro Antiveleni del nostro Ospedale per dare consigli su cosa fare nel caso in cui un bambino o un ragazzo abbia ingerito o sia venuto a contatto con una sostanza tossica.

Famiglie, medici del territorio, medici ospedalieri o strutture sanitarie di qualsiasi regione italiana. La linea telefonica è a disposizione di tutti coloro che vengono a contatto con sostanze potenzialmente pericolose, che hanno bisogno di consigli o consulenza per una eventuale intossicazione.

Quando si chiama è importante sapere:

  • Età e peso del bambino o del ragazzo
  • Cosa ha ingerito: va bene anche il nome del prodotto commerciale e se è possibile è importante tenere a portata di mano la confezione
  • Da quanto tempo ha ingerito o è stato esposto a una sostanza velenosa
  • Quanta sostanza ha assunto
  • Sintomi
  • Non indurre il vomito nel bambino che ha ingerito la sostanza
  • Non fare mangiare o bere il bambino. Prima contatta un Centro Antiveleni
  • Contatta il Centro Antiveleni anche se il bambino non presenta sintomi, per avere indicazioni su cosa fare
  • Se il tuo bambino è stato esposto esternamente ad una sostanza pericolosa togli immediatamente gli abiti e lava cute, occhi o altre parti del corpo che sono state coinvolte, con acqua tiepida per almeno 10-15 minuti
  • Non assaggiare mai il prodotto, nemmeno per verificare cosa abbia ingerito il bambino
  • Porta con te il contenitore della sostanza assunta se porti il bambino in Ospedale
  • In caso di intossicazione da funghi, verifica che nessun familiare o chi era con il bambino presenti sintomi da avvelenamento

Un veleno è una sostanza, naturale o artificiale, che può indurre un danno o uno stato di malattia. Una sostanza estranea all'organismo (xenobiotico) può essere dannosa se viene utilizzata in maniera sbagliata o, nel caso di farmaci, se assunti in un dosaggio eccessivo. Ci sono molte sostanze potenzialmente pericolose che è facile trovare in casa: farmaci, detergenti di uso comune, cosmetici, solventi, ecc....

Esempi di intossicazione da veleni naturali, invece, sono i morsi di vipera, insetti (ragni e scorpioni), contatto con meduse o alcuni tipi di pesci, bacche o piante tossiche.

  • Non togliere l’etichetta dai contenitori di sostanze o farmaci potenzialmente pericolosi
  • Tieni farmaci e prodotti nocivi ben chiusi e in posti difficili da raggiungere per un bambino (in alto o in un armadio, ad esempio)
  • Non travasare sostanze pericolose in contenitori anonimi senza etichetta. I prodotti pericolosi conservati in tazze, bottiglie o contenitori per bere potrebbero essere ingeriti per errore
  • Memorizza sul cellulare il numero di un Centro Antiveleni, nel caso in cui dovesse servirti con urgenza
  • Nel caso di rottura di termometri o sfigmomanometri a mercurio in casa, non raccogliere i residui con l’aspirapolvere, ma usa un panno umido, chiudi tutto bene in una busta di plastica e smaltiscilo come “rifiuto speciale”
  • Non assumere farmaci davanti a un bambino piccolo

Le intossicazioni possono essere evitate organizzando la casa "a misura di bambino". Leggi altri suggerimenti per prevenire le intossicazioni in casa.  




 
 

COME POSSIAMO AIUTARTI?

 

CENTRALINO

  (+39) 06 6859 1

PRENOTAZIONI (CUP)

 (+39) 06 6818 1
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
Sabato, 8.00 - 12.45

PRENOTAZIONI ONLINE


URP

Informazioni, segnalazioni e reclami  (+39) 06 6859 4888
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
  urp@opbg.net


UFFICIO STAMPA

 (+39) 06 6859 2612   ufficiostampa@opbg.net

REDAZIONE ONLINE

  redazione@opbg.net

DONAZIONI

  (+39) 06 6859 2946   info.fond@opbg.net

LAVORA CON NOI

  risorseumane@opbg.net