Scompenso cardiaco nei bambini

Si verifica quando il cuore non è in grado di pompare una quantità di sangue sufficiente per soddisfare le necessità dell'organismo. Di solito deriva da una malattia cardiaca 

Lo scompenso cardiaco in età pediatrica si verifica quando il cuore non è in grado di pompare una quantità di sangue sufficiente per soddisfare le necessità dell'organismo. Di solito deriva da una malattia cardiaca. Questa condizione è conosciuta anche con il termine di ‘scompenso cardiaco congestizio' in quanto è caratterizzata dall'accumulo di liquidi nel corpo.
Generalmente i sintomi si aggravano dal momento che il cuore diventa sempre più debole e meno capace di pompare il sangue in circolo.


Diversamente dagli adulti, il fabbisogno di sangue di un bambino non dipende soltanto dalla necessità di fornire ossigeno e nutrimento al resto dell'organismo ma anche dall'esigenza di garantirne la crescita.
Tutte le condizioni di scompenso sono di tipo progressivo in quanto vanno incontro a peggioramento rapido se non vengono curate.

Le cause più frequenti di scompenso cardiaco nei bambini sono:

Lo scompenso cardiaco può venir suddiviso in almeno tre tipi:

  • Scompenso di tipo sinistro: Il cuore lavora nell'organismo come pompa, per inviare sangue ossigenato a tutti gli organi. Il ventricolo sinistro svolge prevalentemente questa azione di pompa e le sue caratteristiche ne permettono il giusto funzionamento. Nello scompenso di tipo sinistro, il ventricolo sinistro deve lavorare più duramente per pompare la stessa quantità di sangue. Esistono due tipi di scompenso di tipo sinistro:
  • Con funzione sistolica ridotta, il ventricolo sinistro perde la sua capacità di contrarsi normalmente e quindi non riesce a pompare con abbastanza forza per spingere il sangue in circolo. Generalmente viene utilizzato un parametro ecocardiografico che indica la capacità di spingere il sangue in circolo e che viene chiamata frazione di eiezione. Tale valore risulta alterato quando è ridotto al di sotto del 60%;
  • A funzione sistolica preservata, anche chiamato scompenso cardiaco diastolico: il ventricolo sinistro perde la sua capacità di rilassarsi normalmente perché il muscolo è diventato rigido. Il cuore non riesce a riempirsi di sangue durante il periodo di riposo tra un battito e l'altro e quindi può pompare soltanto una quantità insufficiente di sangue.
  • Scompenso di tipo destro: L'azione di pompa del cuore dipende dal sangue che torna al cuore attraverso le vene, in particolare all'atrio e al ventricolo destro. Il ventricolo destro pompa quindi il sangue dal cuore ai polmoni, in modo da poterlo ossigenare. Quando la parte destra del cuore perde la sua capacità contrattile, il sangue ristagna nel distretto venoso. Questo generalmente causa congestione e accumulo di liquidi nelle gambe, nell'addome, nel fegato e si forma l'ascite.
  • Scompenso congestizio: Lo scompenso congestizio è un tipo di scompenso che richiede stretta attenzione medica. In questo tipo di scompenso, il circolo risulta rallentato e si verifica un accumulo di liquidi nei tessuti del corpo. Da questo deriva una condizione di edema. Molto spesso questo accumulo di fluidi si verifica nel fegato ma anche nei polmoni e interferisce con la respirazione, portando a difficoltà respiratoria (dispnea).

Nello scompenso cardiaco generalmente si verifica un ingrandimento del cuore, soprattutto la parte sinistra, come nel caso della cardiomiopatia dilatativa (figure A e B):

Scompenso cardiaco nei bambini

Figura A - cuore normale

Scompenso cardiaco nei bambini

Figura B - cuore colpito da cardiomiopatia dilatativa

I sintomi principali dello scompenso cardiaco sono:

  • Difficoltà di respiro, che diviene sempre più affannoso;
  • Negli adolescenti, difficoltà a compiere gli sforzi;
  • Difficoltà ad alimentarsi soprattutto nei bambini più piccoli;
  • Sudorazione fredda;
  • Presenza di edema;
  • Percezione di batttito accelerato.

Esistono delle medicine che possono migliorare la situazione, sia dal punto di vista dell'accumulo di liquidi (congestione) come ad esempio i diuretici sia per far lavorare meglio il muscolo cardiaco come i beta bloccanti e gli ACE inibitori.
Questi farmaci sono molto utilizzati nell'età adulta mentre nel bambino esiste ancora un'ampia variabilità di dosaggio e modalità di somministrazione e molti di questi farmaci rimangono ancora off label per l'età.


Oggi, esistono nuovi farmaci che hanno ottenuto risultati sorprendenti, quali l'ivabradina e gli ARNI (combinazione di valsartan/sacubitril) ma che sono stati poco studiati nel paziente pediatrico. Attualmente nel nostro Centro sono in corso studi farmacologici con entrambi questi nuovi farmaci.
Altro aspetto molto importante nel trattamento dello scompenso cardiaco pediatrico è rappresentato dall'aspetto nutrizionale e di crescita del bambino.


Nei casi in cui il difetto congenito sia riparabile, come ad esempio il difetto interventricolare, l'intervento chirurgico diviene risolutivo nel trattamento dei sintomi.
Anche nel caso in cui il cuore non riesca a garantire in modo adeguato la circolazione, sia per mancata risposta alla terapia medica, sia per un peggioramento acuto del quadro clinico, esiste la possibilità di fare ricorso al cuore artificiale per poter garantire la circolazione a tutti gli organi e apparati.
Il trapianto cardiaco rimane un'opzione terapeutica importante. 

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere i consigli degli specialisti del Bambino Gesù.


  • A cura di: Rachele Adorisio, Antonio Amodeo
    Struttura Complessa Scompenso, Trapianto e Assistenza Meccanica Cardio-Respiratoria
  • in collaborazione con:

Ultimo Aggiornamento: 22 aprile 2021


 
 

COME POSSIAMO AIUTARTI?

 

CENTRALINO

  (+39) 06 6859 1

PRENOTAZIONI (CUP)

 (+39) 06 6818 1
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
Sabato, 8.00 - 12.45

PRENOTAZIONI ONLINE


URP

Informazioni, segnalazioni e reclami  (+39) 06 6859 4888
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
  urp@opbg.net


UFFICIO STAMPA

 (+39) 06 6859 2612   ufficiostampa@opbg.net

REDAZIONE ONLINE

  redazione@opbg.net

DONAZIONI

  (+39) 06 6859 2946   info.fond@opbg.net

LAVORA CON NOI

  risorseumane@opbg.net