Sindrome di Down: i controlli tra 1 mese e 1 anno

È importante che vostro figlio faccia regolari controlli. Tali incontri serviranno anche a creare un rapporto di fiducia tra voi e l'équipe medica che seguirà il bambino 

È importante che vostro figlio faccia regolari controlli (follow-up). Tali incontri serviranno anche a creare un rapporto di fiducia tra voi e l'équipe medica che vi aiuterà nella crescita del vostro bambino.

Ad ogni visita è importante controllare la crescita, misurando il peso, l'altezza, il rapporto tra peso/altezza e la circonferenza cranica, utilizzando specifiche curve di crescita per la sindrome di Down.
È necessario discutere:
  • La dieta;
  • L'attività fisica del vostro bambino;
  • Il sonno;
  • L'alvo e la diuresi. 

Il vostro medico vi spiegherà l'importanza delle vaccinazioni illustrandovi il calendario vaccinale previsto per vostro figlio, compresa: 

Se il bambino presenta problemi cardiologici, probabilmente avrà già un controllo stabilito, ma qualora dovesse presentare un peggioramento dei sintomi o la comparsa di nuovi sintomi deve essere visitato immediatamente. 

I bambini con sindrome di Down sono a maggior rischio di sviluppare deficit dell'udito e della vista. Quest'ultima deve essere valutata alla nascita e poi entro il primo anno di vita (o anche prima in presenza di sintomi). L'esame dell'udito dovrebbe essere effettuato alla nascita e poi ogni 6 mesi.

Gli ormoni della tiroide possono essere alterati, per cui va sempre eseguito il prelievo di sangue per lo screening tiroideo. Bassi livelli di ormoni tiroidei possono causare numerosi problemi, difficili da identificare senza gli esami del sangue che determinano il livello degli ormoni tiroidei. Lo screening tiroideo deve essere effettuato:
  • Alla nascita;
  • A 6 mesi;
  • A un anno.

Possono essere presenti reflusso e stipsi.

In alcune persone con sindrome di Down può essere presente un'instabilità delle ossa del collo e della colonna vertebrale. Tale anomalia solitamente non dà sintomi ma i sintomi possono comparire quando meno ce li aspettiamo: torcicollo, formicolii agli arti inferiori e superiori, modificazioni dell'andatura, diminuzione della forza degli arti, anomalie dei riflessi neurologici, fino ad anomalie del funzionamento degli sfinteri. E' importante che vostro figlio pratichi attività fisica quotidiana, anche se devono essere affrontati con molta cautela e con le dovute precauzioni gli sport ad alto rischio per quanto riguarda l'instabilità atlanto-assiale, come la ginnastica, la box, i tuffi, il rugby e l'equitazione. Questi sport vanno del tutto evitati dai bambini che hanno presentato sintomi diinstabilità atlanto-assiale. La radiografia non è necessaria, salvo che non insorga dolore o anomalie a carico delle mani, piedi, o perdita involontaria di pipì o feci. Nel caso in cui venga eseguita una radiografia e risulti alterata è necessario consultare uno specialista della colonna vertebrale. 

È importante che il vostro bambino inizi un programma di psicomotricità

Tutte le famiglie dovranno discutere con il proprio medico problemi come le esenzioni, l'assistenza sul territorio, le insegnanti di sostegno. 

I genitori devono avere la possibilità di discutere con un genetista il rischio di avere un altro figlio con sindrome di Down.

Sfoglia online la guida di 'A scuola di salute' dedicata alla Sindrome di Down

Volume 1:

Volume 2:

Volume 3:

Volume 4:

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere i consigli degli specialisti del Bambino Gesù.


  • A cura di: Diletta Valentini
    Unità Operativa di Pediatria Generale
  • in collaborazione con:

Ultimo Aggiornamento: 26 aprile 2021


 
 

COME POSSIAMO AIUTARTI?

 

CENTRALINO

  (+39) 06 6859 1

PRENOTAZIONI (CUP)

 (+39) 06 6818 1
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
Sabato, 8.00 - 12.45

PRENOTAZIONI ONLINE


URP

Informazioni, segnalazioni e reclami  (+39) 06 6859 4888
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
  urp@opbg.net


UFFICIO STAMPA

 (+39) 06 6859 2612   ufficiostampa@opbg.net

REDAZIONE ONLINE

  redazione@opbg.net

DONAZIONI

  (+39) 06 6859 2946   info.fond@opbg.net

LAVORA CON NOI

  risorseumane@opbg.net