Sindrome di Down: i controlli tra i 5 e i 13 anni

Eseguire annualmente un controllo pediatrico generale e specialistico è fondamentale. In questo modo si possono affrontare nei tempi giusti le eventuali problematiche 

È importante eseguire annualmente un controllo pediatrico generale e specialistico di vostro figlio.

Ad ogni visita è importante controllare la crescita staturo-ponderale. Pertanto è necessario rilevare il peso, l'altezza, il BMI (indice di massa corporea), utilizzando specifiche curve di crescita per la Sindrome di Down. È necessario discutere la dieta e l'attività fisica del vostro bambino. 

Il vostro dottore vi spiegherà l'importanza delle vaccinazioni, illustrandovi quelle che vostro figlio dovrà eseguire, l'estrema importanza dei richiami e della vaccinazione antinfluenzale da ripetere ogni anno. Inoltre verrà raccomandata anche la vaccinazione anti papillomavirus.

La necessità di una visita cardiologica, in questa fascia d'età, è programmata in base alla storia clinica del paziente. 

L'esame dell'udito deve essere eseguito ogni 6 mesi, fino a quando vostro figlio sarà in grado di fare separatamente l'esame dell'orecchio destro e l'esame dell'orecchio di sinistra (solitamente intorno a 4-6 anni). Dopo tale acquisizione l'esame può essere effettuato una volta all'anno. Bambini che presentino perdita dell'udito devono essere inviati ad uno specialista (otorinolaringoiatra). 

È importante eseguire una valutazione da parte di un'oculista pediatrico almeno ogni 2 anni. Se il vostro bambino presenta difetti visivi, i controlli dovranno essere eseguiti in tempi più ravvicinati. 

La ghiandola tiroidea può smettere di funzionare in circa la metà dei bambini con sindrome di Down durante la fase adolescenziale. Ma i sintomi connessi con l'ipotiroidismo possono essere sfumati e non specifici e pertanto è necessario eseguire ogni anno esami del sangue per valutare la funzionalità tiroidea. Se è presente un ipotiroidismo documentato è necessario iniziare la terapia medica sostitutiva. 

Per la valutazione dell'anemia (emocromo, ferritina), devono essere ripetuti ogni anno.

Stitichezza e perdita di feci (encopresi) sono problematiche comuni nei bambini con sindrome di Down. Alcuni bambini possono sviluppare la celiachia che consiste in un'intolleranza al glutine. E' necessario pertanto eseguire annualmente esami del sangue per la diagnosi della celiachia. La celiachia può interferire con la crescita, l'alvo e il comportamento. Informate il vostro dottore se vostro figlio dovesse presentare: 

  • Diarrea;
  • Ritardo di crescita;
  • Perdita di peso;
  • Gonfiore addominale;
  • Cambiamenti nello stato umorale e del comportamento.

In alcune persone con sindrome di Down può essere presente un'instabilità delle ossa della colonna vertebrale a livello del collo. Tale instabilità solitamente non causa sintomi. È importante che vostro figlio pratichi attività fisica quotidiana che non deve essere limitata da preoccupazioni inutili. Affrontare con molta cautela e con le dovute precauzioni gli sport ad alto rischio per quanto riguarda l'instabilità atlanto-assiale, come la ginnastica, la box, i tuffi, il rugby e l'equitazione. Questi sport vanno del tutto evitati dai bambini che hanno presentato sintomi diinstabilità atlanto-assiale.
La radiografia del collo non è necessaria a meno che non compaiano dolore o problemi a carico delle mani, dei piedi, o ancora alterazioni dell'intestino o della vescica. Nel caso in cui venga eseguita una radiografia e risulti alterata è necessario consultare uno specialista della colonna vertebrale. Segnalate al medico curante se il vostro bambino dovesse presentare:

  • Torcicollo o dolore al collo;
  • Problemi di defecazione o di minzione;
  • Alterazioni dell'andatura;
  • Torpore (perdita di sensibilità) o formicolio alle braccia o alle gambe;
  • Inclinazione persistente del capo.

Le apnee ostruttive del sonno sono un problema comune per le persone con sindrome di Down. Tali disturbi possono provocare alterazioni del comportamento e dell'attenzione. Possono anche provocare danni cardiaci. Può essere difficile da valutare se il bambino presenta disturbi nel sonno anche se alcuni sintomi come, russamento notturno, sonno disturbato, sonnolenza diurna, sono indicativi. E' indicato uno studio del sonno a partire dai 4 anni di vita. Informate il medico se vostro figlio presenta:

  • Russamento;
  • Pause del respiro durante il sonno;
  • Sonnolenza diurna;
  • Sonnambulismo;
  • Risvegli frequenti;
  • Alterazioni del comportamento;
  • Posizioni anomale nel sonno (per esempio posizione seduta).

Discutete con il vostro medico se vostro figlio presenta pelle secca o altri disturbi dermatologici. 

Discutete con il vostro medico problematiche neurologiche come le convulsioni. 

Alcuni bambini con sindrome di Down possono manifestare alterazioni del comportamento che riguardano il modo con cui si relazionano con gli altri a casa, a scuola o nella comunità. Informate il medico se vostro figlio sta avendo problemi che possano interferire sulla quotidianità come: 

  • Ansia;
  • Disturbi dell'attenzione;
  • Iperattività;
  • Umore depresso o mancanza di interesse per qualunque attività;
  • Perdita delle competenze (non è più in grado di fare le cose che fino a quel momento era in grado di fare);
  • Comportamenti ossessivo-compulsivi (comportamenti che si ripetono di frequente). 

Come per tutti i bambini, è fondamentale anche per vostro figlio la possibilità di discutere con il proprio medico su questioni come: 

  • Inserimento scolastico;
  • Transizione: vostro figlio potrà avere bisogno di un sostegno supplementare nelle fasi di transizione come il passaggio dalla scuola elementare alla scuola media;
  • Competenze sociali/indipendenza: discutere lo sviluppo delle abilità sociali, dell'acquisizione di competenze, di senso di responsabilità e della cura di sé stesso.

I bambini hanno bisogno di aiuto per imparare a conoscere il proprio corpo. La pubertà è una fase della vita che porta molti cambiamenti. Quando il bambino si avvicina al periodo della pubertà è necessario discutere di varie problemi:

  • I cambiamenti del corpo connessi con la pubertà;
  • La gestione dei comportamenti sessuali (come la masturbazione);
  • Le problematiche ginecologiche come il ciclo mestruale;
  • La fertilità, il controllo delle nascite, la prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili.

Sfoglia online la guida di 'A scuola di salute' dedicata alla Sindrome di Down

Volume 1:

Volume 2:

Volume 3:

Volume 4:

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere i consigli degli specialisti del Bambino Gesù.


  • A cura di: Diletta Valentini
    Unità Operativa di Pediatria Generale
  • in collaborazione con:

Ultimo Aggiornamento: 26 aprile 2021


 
 

COME POSSIAMO AIUTARTI?

 

CENTRALINO

  (+39) 06 6859 1

PRENOTAZIONI (CUP)

 (+39) 06 6818 1
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
Sabato, 8.00 - 12.45

PRENOTAZIONI ONLINE


URP

Informazioni, segnalazioni e reclami  (+39) 06 6859 4888
Lunedì - Venerdì, 8.00 - 16.00
  urp@opbg.net


UFFICIO STAMPA

 (+39) 06 6859 2612   ufficiostampa@opbg.net

REDAZIONE ONLINE

  redazione@opbg.net

DONAZIONI

  (+39) 06 6859 2946   info.fond@opbg.net

LAVORA CON NOI

  risorseumane@opbg.net