Day surgery

Stampa Pagina

Con il termine Day surgery (chirurgia di giorno) si intende l'effettuazione di interventi chirurgici in anestesia locale, loco-regionale o generale, nel corso di un ricovero programmato limitato alle sole ore diurne, solitamente compreso tra le 7:00 e le 18:00, e, comunque, di durata inferiore alle 24 ore. 
Tale modalità assistenziale consente di realizzare, per categorie di pazienti accuratamente selezionate, una chirurgia di efficacia e sicurezza pari alle modalità tradizionali, ma con maggiore gradimento da parte dei piccoli pazienti e delle loro famiglie.

I requisiti necessari perché i bambini possano essere trattati in Day surgery:
-età maggiore di 6 mesi;
-stato di salute generale buono;
-candidati ad interventi di chirurgia minore;
-contesto socio-familiare che consenta di affrontare ogni problematica che insorga nel postoperatorio, ed in particolare, tempo di percorrenza in automobile "casa-ospedale" non superiore ad 1 ora, disponibilità di un'automobile, disponibilità di un telefono.

Modalità d'accesso

Il chirurgo dell'Ospedale Bambino Gesù visita ambulatorialmente il bambino e propone l'intervento in regime di Day surgery. Consegna pertanto ai genitori una nota informativa sul Servizio, nonché una richiesta di collaborazione per il pediatra curante affinché compili un modulo contenente informazioni anamnestiche e cliniche del bambino utili ai fini della valutazione preoperatoria.

Il percorso assistenziale si realizza attraverso tre accessi presso l'Ospedale.

Primo accesso

Consiste nella valutazione pre - operatoria eseguita nella settimana dell'intervento dall'anestesista, con un'accurata visita e, ove ritenuto necessario, con l'esecuzione di approfondimenti diagnostici e strumentali. Non è prevista l'esecuzione routinaria di indagini preoperatorie.

L'anestesista, inoltre, farà firmare al genitore il consenso informato all'intervento e consegnerà le norme per il digiuno pre-operatorio.

Secondo accesso

Il giorno dell'intervento il bambino dovrà arrivare in ospedale, presso l'Unità Operativa che lo ha in cura, nella fascia oraria 7:00 – 7:30.

Un genitore può accompagnare il proprio figlio nel comparto operatorio dove può sostare con il bambino in un locale predisposto sino al momento del trasferimento del bambino in sala operatoria.

A distanza di due ore dall'arrivo in reparto, dopo l'intervento chirurgico, il bambino potrà bere acqua o camomilla.

A partire dalle ore 18:00 l'équipe chirurgico-anestesiologica che ha eseguito l'intervento verificherà l'idoneità del bambino ad essere dimesso e consegnerà ai genitori il protocollo relativo alla condotta postoperatoria, nonché l'eventuale prescrizione del trattamento antalgico.

Inoltre consegnerà ai genitori una nota per il pediatra curante e comunicherà loro le modalità per contattare l'équipe sempre reperibile.

Terzo accesso

Consiste nel controllo post - intervento.