Nuovo Coronavirus: tutto quello che c'è da sapere

Come si trasmette il SARS-CoV-2, i sintomi della COVID-19, le misure di prevenzione: tutto quello che c'è da sapere sul nuovo Coronavirus partito dalla Cina
Stampa Pagina

27 marzo 2020


Il 9 gennaio 2020 l'Organizzazione Mondiale della Sanità – OMS (World Health Organization – WHO) ha dichiarato l'esistenza di un nuovo ceppo di Coronavirus mai incontrato prima nell'uomo: SARS-CoV-2.

I Coronavirus sono una grande famiglia di virus, comuni sia all'uomo che a svariati animali come bovini, cammelli, gatti e pipistrelli. Alcuni tipi di Coronavirus si trovano ovunque e si limitano a causare il comune raffreddore in adulti e bambini.
Fino ad ora, solo due tipi di Coronavirus erano risultati molto pericolosi: SARS-CoV, responsabile della Sindrome Respiratoria Acuta Grave (SARS) comparsa nel 2003 in Cina e MERS-CoV, che invece ha causato la Sindrome Respiratoria Mediorientale (MERS) nel 2012 in Giordania e Medio Oriente.

Il SARS-CoV-2 è stato identificato in Cina nel dicembre 2019 e fa parte della stessa famiglia di virus. Sebbene non sia letale quanto i suoi "cugini" SARS e MERS, la sua diffusione estremamente rapida ha portato l'Organizzazione Mondiale della Sanità, lo scorso 30 gennaio, a dichiarare il focolaio da nuovo Coronavirus un'emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale.
Si pensa che l'infezione sia partita da un mercato di animali della città cinese di Wuhan. Infatti, il virus si trasmette da uomo a uomo in modo molto simile all'influenza e ad altri virus respiratori. Il virus viaggia nell'aria, attraverso le goccioline prodotte durante tosse e starnuti. Per questa rapidità di trasmissione il nuovo virus si è diffuso rapidamente in tutto il mondo.
Il SARS-CoV-2 causa la malattia COVID-19, sigla decisa dall'Organizzazione Mondiale della Sanità ("CO" per "corona", "VI" per virus e "D" per "disease", che vuol dire "malattia" in inglese).

Una volta contratto il nuovo Coronavirus SARS-CoV-2, iniziano a comparire i primi sintomi della COVID-19, molto simili a quelli dell'influenza: febbre e tosse, ma anche raffreddore, mal di testa, mal di gola. In alcuni casi possono manifestarsi complicanze come bronchite e polmonite e, in quelli più gravi, insufficienza di molti organi, come i reni e il cuore. Si è parlato molto anche di nuovo Coronavirus asintomatico, ovvero della possibilità di essere positivi al SARS-CoV-2 senza manifestare particolari sintomi.

Il nuovo Coronavirus colpisce anche i bambini. Per fortuna, i bambini sembrano essere meno sensibili alla malattia COVID-19. Probabilmente la malattia viene combattuta dai piccoli con un sistema immunitario particolarmente reattivo e efficace, per questo si manifesta con sintomi lievi. Certo, una volta avvenuto il contagio, adulti e bambini possono trasmettere il virus agli altri: per questo motivo vengono "messi in quarantena". Per non farsi prendere dal panico ci vengono in aiuto i consigli degli esperti per proteggere la salute dei più piccoli. Anche le mamme che allattano al seno vogliono essere rassicurate su come proteggere i propri bambini durante questa delicata quanto importante fase. Gli specialisti dell'Ospedale spiegano come comportarsi se la mamma che allatta è positiva al nuovo Coronavirus o sospetta di esserlo. Positivo, negativo, tampone, asintomatico: è utile imparare a conoscere le parole relative al nuovo Coronavirus per tenersi informati al meglio.

Non è facile affrontare le giornate in casa con i bambini e tenerli impegnati in questo lungo periodo che tutti dobbiamo trascorrere senza uscire. La cucina, ad esempio, può rivelarsi un perfetto strumento educativo per intrattenere e stimolare la creatività dei più piccoli: i genitori possono divertirsi a mettere in pratica delle ricette per giocare a cucinare con i bambini. Gli esperti del Bambin Gesù ci vengono ancora in aiuto con i 10 esercizi da fare in casa con i bambini, delle divertenti attività ludico-motorie che possono essere organizzate in un appartamento.
Non solo bambini: anche gli adolescenti potrebbero soffrire la noia di questi giorni da trascorrere tra le mura domestiche, abituati ad avere una giornata piena e ben scandita. È molto importante quindi sostenere l'attività fisica dei ragazzi in casa.

Il SARS-CoV-2 rappresenta un motivo di preoccupazione per tutti i genitori e, in particolare, per quelle famiglie che hanno bambini con malattie croniche. Gli specialisti dell'Ospedale hanno degli utili consigli su come comportarsi riguardo il nuovo Coronavirus e le malattie reumatiche e riguardo il nuovo Coronavirus e il diabete.

Non esiste un vaccino per il nuovo Coronavirus e gli antibiotici, come in tutte le infezioni virali, sono inutili. L'unico modo per evitare di ammalarsi, sia per i bambini che per gli adulti, è osservare le misure di prevenzione utili per tutte le malattie infettive respiratorie: lavarsi spesso e accuratamente le mani, coprirsi la bocca quando si starnutisce o tossisce, gettare subito i fazzoletti usati. Gli esperti dell'Ospedale Bambino Gesù hanno stilato un elenco di 10 cose da sapere e una guida al nuovo Coronavirus: dalla sua trasmissione a come difendersi dal contagio in famiglia, in Italia e non solo.
Grazie ai progressi della medicina e alle tecnologie di cui oggi disponiamo, sono già stati messi a punto nuovi metodi per la diagnosi del SARS-CoV-2. Inoltre nuovi farmaci e vaccini sono in fase di sviluppo nei laboratori di tutto il mondo.

Le Istituzioni, prima fra tutte il Ministero della salute, hanno messo a disposizione degli utenti delle preziose risorse online: pagine, siti e canali dedicati alla corretta informazione sull'infezione da nuovo Coronavirus e numeri verdi da chiamare a seconda della propria Regione. Inoltre, per contrastare il gran numero di notizie non verificate che circolano online, l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato una guida in cui smentisce i falsi miti più diffusi sul nuovo Coronavirus.

Sfoglia online lo speciale di 'A scuola di salute' dedicato al Nuovo Coronavirus:

 

ATTENZIONE
In caso dovessi accusare sintomi sospetti, prima di recarti in Ospedale chiama il numero 1500. Avrai tutte le informazioni e le risposte alle tue domande, a cura degli specialisti del Ministero della Salute. Per altre informazioni, è possibile consultare il portale Salute Lazio.


a cura di: Sara Suraci e Alberto Giovanni Ugazio
In collaborazione con: