Ricovero Ordinario

Stampa Pagina

Il ricovero dei pazienti può avvenire in urgenza tramite accesso al Dipartimento Emergenza Accettazione (Pronto soccorso) della sede di Roma o tramite il Primo Soccorso della sede di Palidoro, o in giorno programmato dai medici dell'Unità Operativa presso la quale il paziente è in cura.
Per i ricoveri programmati, al momento del ricovero è necessario portare il libretto sanitario. Occorre, inoltre, portare la documentazione medica degli esami e delle visite precedenti.

Il giorno del ricovero il paziente deve presentarsi alla Unità Operativa presso la quale sarà ricoverato, dove il personale sanitario avvia la compilazione della cartella clinica. Successivamente, al fine di completare la pratica amministrativa relativa al ricovero, il genitore che ha accompagnato il paziente al ricovero deve recarsi presso l'Ufficio Accettazione ricoveri programmati situato al piano - 1  davanti al Padiglione Salviati (ex Sala Prelievi).

Presso questo stesso Ufficio è possibile ottenere:
 - il certificato di degenza, durante il ricovero;
 - il certificato di ricovero, al momento della dimissione.

Accesso al Reparto

Durante tutto il periodo del ricovero è possibile per uno dei genitori rimanere accanto al proprio figlio. I coordinatori infermieristici delle Unità Operative forniranno notizie utili per la sistemazione all'interno delle stanze di degenza. Nei reparti di terapia intensiva l'ingresso per un genitore è garantito 24 ore su 24, compatibilmente con le attività cliniche e assistenziali. Durante la visita i genitori potranno accedere al reparto indossando l'apposito abbigliamento protettivo.

Familiari ed amici possono visitare i piccoli ricoverati secondo gli orari e le regole prestabiliteNel corso del ricovero, i medici delle Unità Operative sono disponibili quotidianamente per i colloqui con i genitori circa l'andamento delle cure in fasce orarie fissate dal reparto. Al momento della dimissione il medico della Unità Operativa farà firmare al genitore del paziente la cartella clinica che conterrà tutte le notizie relative al ricovero ed alle prestazioni e terapie effettuate dal paziente.

Alloggio mamme nutrici

Le mamme in allattamento il cui figlio lattante sia ricoverato, e non residenti a Roma, possono essere ospitate per la notte presso l'alloggio "mamme nutrici". Si tratta di un alloggio con una piccola cucina attrezzata e tre stanze, ciascuna dotata di tre letti ed un bagno.
È situato nel 2° seminterrato del padiglione Pio XII.

Per accedere a questo servizio è necessario rivolgersi ai coordinatori infermieristici del Reparto presso la quale è ricoverato il proprio figlio o presso l'Accoglienza e Servizi sociali.